Enoteca Al Parliamento Achilli a Roma: leggi le recensioni

Leggi le ultime recensioni riguardanti Enoteca Al Parliamento Achilli (Roma). Sluurpy aggrega i voti,valutazioni e recensioni dei principali siti di ranking per fornire ai suoi utenti la migliore panoramica dei ristoranti di loro interesse.

Visitatore4/5
30/12/2019
Bella e super fornita enoteca nel Centro di Roma (un po’ meno il ristorante che non mi è sembrato così elegante come l'enoteca vera e propria); si possono trovare un enorme numero di champagne, spumanti e vini di destinazioni diverse (non conosco bene i prezzi di vendita ma non saranno certo super economici); abbiamo mangiato qualcosa all'ora di pranzo (bruschette, un primo ed un insalata) non male anche se la valutazione alta si riferisce soprattutto al locale; servizio cortese, non celerissimo, prezzi medi o poco più per il cibo; interessante.
Visitatore5/5
29/12/2019
Mi ha portato qui il mio amico Guido. La finezza fatta Ristorante. Un percorso gastronomico indimenticabile condita dalla cordialità dei titolari . Etichette di vino sublimi . Complimenti un Ristorante fantastico. Alla fine anche un omaggio di un Pandoro artigianale.
Visitatore4/5
21/12/2019
Oltre che una storica e fornitissima enoteca di Roma, dove già l'assortimento di bottiglie di ogni specie, marca e annata ė veramente impressionante, offre anche la possibilità di mangiare ottimi piatti di alta gastronomia. Ho provato il menu degustazione, con i suoi accompagnamenti sapienti di vini di altissimo pregio e mi sono perso in un piacevole viaggio tra sapori e odori assai rari da trovare. Consiglio di farvi guidare dal personale di sala. Non vi pentirete della scelta. Prezzi notevoli, ma si esce contenti.
Visitatore4/5
31/10/2019
Siamo stati a cena in questo ristorante che si trova all’interno di un’enoteca e ci siamo trovati abbastanza bene. La sala da pranzo è molto intima e dispone di soli quattro tavoli. Molto ampia l’enoteca dove si viene condotti per scegliere il vino, dato che non c’è la carta. Cucina originale, coraggiosa, sorprendente, a tratti disturbante, come il dessert non dolce. Da ricordare “storia di un matrimonio impossibile”, piatto firma dello chef, un petto di coniglio in brodo di ostrica. Servizio giovane e competente. Prezzi in linea. Ho apprezzato il saluto al tavolo sia dello chef che del proprietario.
Visitatore2/5
27/10/2019
Siamo venuti per il compleanno di nostro figlio ma non ci siamo trovati affatto bene. La cena è durata 3 ore i piatti non erano buoni non si capisce la stella Michelin da dove salti fuori. Molto deludente
Visitatore1/5
24/09/2019
Sono un cliente abituale e negli ultimi due mesi sempre peggio. Il servizio manca totalmente, il nuovo cameriere serve il vino senza conoscerlo se domandi informazioni prima di decidere e lo versa senza assaggio. Improvvisa informazioni di tartare che accompagni. Mi spiace ma per una stella non ci siamo. Andavo al bar.
Visitatore1/5
12/06/2019
Sono il sigDi renzo Come vede mi Presento nn amo scrivere recensioni negative e ne a criticare ma stasera devo assolutamente constatare che nn meritate la stella 1il nn seggiolini per la bambina sapendo che c’era 2 la borsa della sig nn deve essere assolutamente poggiata a terra 3tovogkioli arrivati dopo averlo iniziato la cena 4champagne caldo 5la cena nn oso raccontarla ma devo dire che è stato molto scadente Considerando le 150euro a testa Nn è possibile alzarsi da tavola e ricordare solo il grissino o la bolla bevuta Distinti saluti Inviato da iPhone
Angelika K1/5
31/05/2019
Per la prima volta in tanti anni devo osservare che, più della scarsissima qualità del cibo e del servizio assolutamente sproporzionata ai prezzi astronomici, quello che impedisce di rimettere piede in questo posto è la maleducazione e l'arroganza del personale, proprietari, gestori o impiegati che siano. Non un sorriso tutta la sera, infastiditi sin dal primo momento che siamo entrati, supponenti e quasi scontrosi. Ma dico, se i clienti vi stanno così sulle scatole sin da quando mettono piede nel locale, perché non chiudete?
Visitatore5/5
28/04/2019
Cosa dire di più. Degli amici me lo hanno segnalato e sono andato a cena con la mia compagna. Ottimo rapporto qualità prezzo. Lo consiglio
Visitatore4/5
27/04/2019
Ci siamo persi per le stradine di Roma fino ad esserci imbattuti in questa enoteca rustica ma allo stesso tempo elegante. Il locale, in realtà, si presenta con una vetrina non troppo attraente ma è sufficiente varcare la soglia per ritrovarsi circondati da pareti di vini pregiati. Le tartine sono davvero prelibate e l'offerta è molto varia assecondando i gusti di ciascuno. Per un pranzo veloce e fresco possiamo suggerire l'insalata con le acciughe e il carpaccio con le mele! Ottima la carta dei vini. Servizio piacevole e alla mano. Rapporto qualità/prezzo adeguato per una stella Michelin!
Visitatore2/5
14/04/2019
Mi ci sono ritrovata per caso, era il più vicino ed eravamo affamate. Bistrot carino, mantiene il fascino dei vecchi tempi. Pochi tavoli addossati agli scaffali di vendita (non è il massimo se vuoi pranzare tranquillo e non con persone che girano per acquistare) e ovviamente, per preservare i vini, non è un ambiente molto caldo. In due, consigliate dal cameriere, prendiamo: -rivisitazione dell' amatriciana, buona ma niente di che; -una insalata gourmet non deludente ma di più; - un secondo con l'anatra rimasto intero nel piatto perchè non mangiabile (e qui nessuno si è preoccupato di chiedere il perchè o magari offrire un amaro per scusarsi. Nada.); - un dolce che non si fa ricordare. L'unica cosa per cui tornerei è il vino, consigliato dal cameriere, veramente meraviglioso. Tornerò per comprare il vino e magari fare un aperitivo ma la cucina non vale assolutamente il costo.
Visitatore5/5
21/03/2019
Un sabato a pranzo ci siamo coccolati con la stellare cucina di Achilli. Splendida location che ben si accorda con la ricercatezza dei piatti e la cortesia del servizio. Assolutamente da provare!
Brunello R5/5
20/03/2019
Le eccellenze dell'estroso Chef Massimo Viglietti stupiscono sempre in positivo. Chi mai immaginerebbe che cibi in apparenza contrastanti risultino tanto armoniosamente abbinati ed equilibrati da stupire e deliziare il palato dei più raffinati gourmet. Ogni portata ha il suo perchè. Per noi è tappa immancabile da anni ogni qualvolta siamo nella bellissima Capitale. Grazie Massimo, sei veramente Speciale! Un abbraccio forte a te, alla tua brigata e ai collaboratori tutti. Beatrice e Brunello
giulia m3/5
28/02/2019
Avevamo un buono per un aperitivo del valore scontato di 39 euro (non poco per un aperitivo soprattutto se scontato) ma da uno stellato ci aspettavamo grandi cose. Tanto cheseguire prenotiamo anche la cena questa senza buono!! Per aperitivo arriva un prosecco abbastanza comune, 4 tartine di numero da dividere in 2, abbondante mortadella (buona eh ma pur sempre mortadella) e 8 pezzetto di formaggio. Stop. Decisamente triste anche vista la cifra. Un po' delusi ci spostiamo al ristorante dove certamente la qualità dei piatti è di tutt'altra specie. Ottimi gli spaghettoni e il sottofiletto d'angelo, gentile lo chef che acconsente a farci provare un antipasto non tra quelli in carta. I dolci molto particolari ma decisamente troppi troppi cari. Insomma peccato per aperitivo che rovina tutto perché l'enoteca merita in quanto a numero e qualità delle etichette e peccato per i prezzi del ristorante che lasciano un po' l'amaro in bocca laddove i sapori e i piatti non erano affatto male.
Alessia P5/5
29/12/2018
sono una fan della cucina stellata, dopo molti articoli letti su questo ristorante ho deciso di andarci.. che dire super lo chef Massimo Viglietti e il suo staff sembrano una macchina ben oliata per raggiungere le stelle.. non vedo l'ora di tornarci
Visitatore4/5
28/12/2018
L’ambiente è consono ad un locale essenziale ma di classe. La gamma dei vini proposti è stupefacente ,come magnifica è la scelta dei distillati. La qualità del cibo è notevole da la sensazione di costituire il frutto di ricerca e abilità. Locale dove si esce con la voglia di ritornare.
Visitatore5/5
11/11/2018
Un tipico ristorante classico con pochissimi tavoli (5-6) che lo rendono molto intimo. La sala da pranzo è alla fine del locale dopo l’enoteca (con la grandiosa esposizione di vini in vendita) e il bistrot (per piatti con meno pretese da abbinare al vino). Il menu degustazione che abbiamo preso (160€ per 7 portate) era un susseguirsi di proposte a volte inusuali (tanto pesce-carne e dolce-salato, anche nel dessert). Brillante scelta di pane e grissini fatti in casa. Il vino si sceglie direttamente nell’enoteca dagli scaffali guidati dalla bravissima sommelier. I prezzi sono quelli del negozio senza ricarichi ulteriori. Unico neo il fatto di non aver conosciuto lo chef.
Visitatore1/5
10/11/2018
Esperienza surreale. Entriamo in quattro, buongustai da sempre; siamo due coppie. Appena seduti, sfogliando il menu troviamo subito pietanze perfette per consistenza e gusto, il giusto, venendo da un aperitivo un paio d’ore prima. Ordino un bel filetto di scottona, come un altro paio di commensali. Facciamo per ordinare una bella bottiglia di rosso, invogliati dal percorso appena fatto nell’enoteca adiacente. Ma, sorpresona: la cameriera con fare spigoloso ci dice testualmente: qui c’è l’obbligo di ordinare due portate ciascuno. Trasecoliamo. L’amica al mio fianco - per non mettermi a disagio, essedno stato io a proprorre il ristorante - sminuisce: non si preoccupi, un’altra pietanza no, ma se è un problema possiamo comunque pagarla. La camerira a questo punto persevera, cercando di mettere una toppa peggiore del buco: se proprio non volete un altro piatto, Vi posso venire incontro (parole testuali), facciamo che il secondo piatto è un dolce. Per quieto vivere, dico che va bene. La cameriera incalza: però me lo dovete ordinare subito! A questo punto, in un riscatto d’orgoglio, ci alziamo tutti e quattro all’unisono, salutiamo, chiediamo di pagare l’acqua sino a quel momento consumata, e ce ne andiamo. Delle due l’una: o era una serata in cui le maestranze avevano litigato col titolare e noi ci siamo finiti dentro, oppure chi gestisce Achilli ha sbagliato mestiere.
Visitatore4/5
07/11/2018
Lavorando in centro ad avendo degli amici buongustai, la scelta per un aperitivo non poteva che ricadere su questo locale una vera eccellenza, credo che le bottiglie che si trovano al suo interno non è facile trovarle,il servizio è molto professionale, il prezzo medio alto,
umberto v5/5
11/06/2018
Chiamarla enoteca e’ riduttivo. Ristorante stellato e i piatti della gastronomia sono gli stessi del ristorante che e’attiguo all’enoteca. Cucina gourmet, cantina da far impallidire, ambiente sobrio e curato, accogliente come accoglienti e attenti al cliente. Molto apprezzati i piatti mai banali. Piccola scivolata sui taglioli al farro sui quali è stato affermato che un celiaco li può utilizzare. Superato l'equivoco tutto fantastico. Molto cordiale ed apprezzato il cuoco nella chiaccherata si trascorsi liguri/piemontesi.
CHIUDI
CHIUDI