Grand Hotel L'osteria a Milano: leggi le recensioni

Leggi le ultime recensioni riguardanti Grand Hotel L'osteria (Milano). Sluurpy aggrega i voti,valutazioni e recensioni dei principali siti di ranking per fornire ai suoi utenti la migliore panoramica dei ristoranti di loro interesse.

Visitatore5/5
12/01/2020
Trovare un ristorante a Milano aperto la domenica è un'impresa non semplice. Trovare un'osteria lombarda che sposa qualitá e tradizione a un prezzo giusto è un'impresa ancora più ardua. Però ne è valsa la pena. L'Osteria Grand Hotel a prima vista non è accogliente: si entra passando da una stradina a lato del Naviglio Pavese e si attraversa un cortile un po'squallido. Poi, varcata la soglia del locale, riconosciamo l'ambiente familiare di un'osteria tradizionale. Camerieri cortesi, un menù con pochi piatti selezionati e una carta dei vini sterminata. I piatti più graditi alla comitiva (eravamo in 7) sono risultati la coscia d'anatra, la tagliata con patate, le tagliatelle al ragù di cortile, la coda di rospo con polenta. Gustosi e delicati, tant'è che ci si alza da tavola senza la pesantezza tipica delle mangiate domenicali. Assolutamente da riprovare, magari nella stagione più calda quando si può scegliere di pranzate nel giardino fiorito esterno.
Visitatore4/5
22/12/2019
Ovviamente l’ambiente, definiamolo retro’, era ciò che ci aspettavamo ; la zona , gli arredi, l’atmosfera sarà ancora meglio in primavera. Servizio nel nostro caso cortese e attento. Cantina molto fornita con una carta magari non molto invitante nella sua veste ma dai contenuti , in particolare nei baroli, molto ampia , con ricarichi ,che comunque da ignorante mi sono sembrati in alcuni casi elevati. Forse , ma è solo la mia impressione, e posso di conseguenza sbagliarmi, l’entusiasmo e la partecipazione del patron mi sono sembrati un pochino scarichi, ma del resto non credo sia scontato con tutte queste feste . Cucina buona assolutamente non pesante e dal rapporto qualità prezzo buona , forse qualche fettina in più nella tagliata non guastavano. Buoni i dolci consoni anch’essi al prezzo. Giudizio positivo.
Visitatore4/5
10/11/2019
Una vera chicca della storia delle osterie di Milano: bella, elegante e moderna. Molto bella la sala interna e piacevole la veranda anche se, essendo esposta a sud-ovest un riparo dal sole non sarebbe male. Cucina molto interessante. Ottimi i garganelli con ragù di fassona al coltello. Interessanti i gnocchi di zucca con cannella e gli spaghetti alla chitarra. Buoni i ravioli ripieni di guancia brasata. Molto buoni anche i secondi di carne. Buona la scelta di vini biologici e biodinamici. Unico appunto, l'asterisco ad alcune etichette con il significato di assenza. Buono il servizio del gruppo di ragazzi. Onesto il prezzo rispetto alla qualità.
Visitatore4/5
10/11/2019
Menù molto tradizionale. La cucina non delude mai: ricca, saporita ma leggera. Si trovano molti piatti della cucina lombarda e settentrionale. L'ambiente è piacevole con arredamento tradizionale e tavoli ben distanziati. Con 40 euro a persona un pranzo completo (vini esclusi). Carta dei vini ricchissima.
Visitatore4/5
28/10/2019
buoni piatti cucinati a dovere, ambiente caldo ed accogliente ed ottimi vini. Forse d'estate in giardino tra le case di ringhiera… peccato per la mancanza di parcheggio, ma sui navigli è così.
Rocco M4/5
20/10/2019
Se la domenica mattina non avete voglia di spignattare ma non volete rinunciare ad un pranzo "come si deve" questo è il posto giusto. Cucina tradizionale ben fatta e ottima cantina.
Visitatore4/5
09/10/2019
Per la prima volta in questo ristorante. Ambiente piacevole. La carta dei vini è da ristorante stellato, 10 e lode, per tutte le tasche. Buoni i primi, ottimi i secondi. I dolci non rispondevano ai miei gusti ma i commensali li han trovati buoni. L’unico dettaglio negativo... il caffè! Appena portato a tavola si sentiva l’odore del chicco troppo tostato/bruciato. Il gusto davvero sgradevole. Peccato per il caffè, ma rimane una bella esperienza.
Visitatore5/5
01/10/2019
Abbiamo notato per caso questo ristorante passando vicino la via dove bisogna proprio addentrarsi. E' un mondo! Locale vecchia Milano, con piccolo bocciodromo annesso, caratteristico anche per cerimonie. Nella serata in cui abbiamo mangiato c'era anche una bella iniziativa benefica nell'associazione attigua, che ha coinvolto anche l'atrio del ristorante: praticamente un mercatino di assaggi tipo naviglio grande. Abbiamo gustato l'uovo con i funghi, la parmigiana di melanzane "a foglia", il cervello e la cotoletta. Tutto buono, ingredienti di qualità, menù di stagione con pochi piatti, giusti, a prezzi allineati alla qualità e alla città. Carta dei vini molto completa, servizio puntuale e cordiale. OOOOK!
Visitatore5/5
24/09/2019
Ho visitato questa osteria con amici nel mese di settembre, per un pranzo domenicale all’aperto. La carta dei vini è molto varia sia per etichette che annate e di livello medio-alto. Buonissimi gli antipasti (tortino di scalogno e formaggi con confettura su tutti). Buona scelta di primi e secondi. Il ragazzo che si è presi cura del nostro tavolo é stato ineccepibile. Ci torneremo sicuramente. Il prezzo è un po’ superiore alla media delle osterie milanesi ma assolutamente giustificato. Bravi
Visitatore4/5
06/09/2019
Locale dall’arredamento accogliente e gioviale. Super il tortino di melanzane e la caponata, ma anche i primi e la viennese non sono da meno . Sevizio fresco e sereno, con vermouth fresco offerto a fine cena. Conto buono. Da portarci gli amici e la famiglia!
Clemente B3/5
05/08/2019
Osteria tipica milanese con tanto di giardino e relativo gioco delle bocce. Buona scelta di piatti e direi anche curati. Ottimi i ravioli. Il servizio invece lascia un po a desiderare ma sicuramente puo' essere migliorato.
Visitatore1/5
05/07/2019
Storico locale che mantiene il fascino della Milano che fu fermo nel tempo Ma un servizio disastroso. Servito cervella dopo un’ora abbondante dal servizio dei secondi agli altri. E manco se ne erano accorti della mancanza dovuto sollecitare e quando servita neanche una parola di scuse. Ne un gesto al conto sarebbe bastato un amaro offerto per scusarsi aver fatto cenare in due turni! Di certo non ci torneremo
Matteo T3/5
30/06/2019
Storica osteria milanese, buon cibo e prezzi onesti per la zona (con un attenzione particolare ai carnivori e qualche chicca, vedi le cervella di vitello in cartoccio). Il plus è decisamente nel pittoresco dehors, con tanto campo da bocce in bella vista. Peccato che a rovinare il tutto ci si metta un servizio - appena verificato per la terza volta di persona - che definire ‘freddo’ è un eufemismo: scostante, poco attento e per niente cortese. Se vi piacciono i dehors, nella stessa fascia di prezzo la Trattoria Aurora in Via Savona o il Bell’Aria in Via Meda sono decisamente scelte migliori, e ci trovate anche personale di sala capace di sorridere!
eleonora m1/5
21/06/2019
Rapporto qualità/prezzo assolutamente non in linea. All'esterno pieno di zanzare e moscerini. Proprietari non cortesi. Posto da non consigliare Esperienza negativa
Visitatore4/5
07/06/2019
Finalmente in una domenica di sole decidiamo di andare a mangiare in un ristorante all’aperto e scegliamo questo sui Navigli. La terrazza all’aperto è davvero molto bella, calma e silenzio perché ci troviamo all’interno di una via privata, dunque lontano dalla strada. Il menu è invitante, scegliamo un flan di zucchine per antipasto, gnocchi fatti in casa con purea di fave e pecorino e spaghetti alla chitarra con guanciale e pecorino, ottimi. Assaggiamo una porzione di vitello tonnato alla loro maniera, cioè sotto forma di polpettine, buonissime!! Per contorno la caponata, molto buona. Per dessert una bavarese al caffè e gelato di zenzero, favoloso. Una bella scoperta, consigliato!!
Alessandro B4/5
05/05/2019
A cena poco prima di Pasqua, abbiamo fruito del locale praticamente vuoto e di un servizio molto veloce. Si presenta come un ristorante di inizio secolo scorso, ma nonostante il nome non é per nulla un‘osteria né per l‘arredo né per il prezzo... qualità dei piatti alta, porzioni -ahimé- poco abbondanti. Mi ha lasciato un po‘ stupito la totale assenza di vini della casa, é possibile scegliere, però, tra un‘ampissima cantina di vini italiani e stranieri.
Visitatore4/5
04/05/2019
Peculiarità di questo posto è sicuramente la vasta e importante scelta di vini che offre la cantina, motivo in più che ci ha portati a scegliere l’osteria Grand Hotel, ai piedi dei Navigli nel cuore pulsante della movida milanese. Sfizioso il tortino di porri, scelto come antipasto e altrettanto alta la qualità della tagliata di carne presa successivamente. Piatto preferito: tarte tatin calda con gelato alla crema, da leccarsi i baffi! Unica pecca: poca cura dell’arredamento, a mio parere, in un ristorante di così alta qualità.
Visitatore4/5
25/04/2019
In un cortile defilato del Naviglio più periferico, non troppo nascosto ma abbastanza per promettere una location preziosa, c'è questa osteria dove il tempo si è fermato. Fuori il contesto è invidiabile, il glicine rampicante ha ricoperto tutto il pergolato del campo di bocce, è l'ideale per sorseggiare un bicchiere in compagnia in un contesto incantato. Dentro il locale è vecchio stile, ma non trasandato. Sembrano ignorare le mode ed il calendario, c'è persino la moquette per terra. Le bottiglie (vedrete poi la carta, invidiabile!) sono sparse ovunque e dimostrano la passione del titolare verso il buon vino. Riesco a trovare il Dolcetto d'Ovada, che amo ma che non ha mai nessuno, e questo già è un punto in più. Oltre al titolare, discreto e garbato, c'è un giovane cameriere preparato e simpatico, ti senti subito a tuo agio, nonostante la prima volta in un luogo di sola clientela affezionata e un po' agèe. La proposta culinaria è italiana regionale e tradizionale, di buon livello, con una predilizione per le portate di carne e le materie prime povere tipiche da osteria. Per la prima volta assaggio la Testina, stemperata dalle verdure agrodolci, non un piatto per le mie corde, ma poteva un milanese non averla più assaggiata se non da piccolo dalla nonna? Mi rifaccio il palato con dei Tajarin cotti alla perfezione - si capisce perchè non formano quella indecente matassa da pasta fresca scadente - con sugo d'arrosto, una libidine. E chiudo con l'anatra, io, che non mangio mai pennuti, ma che qui viene proposta in una inedita versione con mele alla cannella. Mi ricorda il Natale, il freddo, la convivialità, tutte cose che amo. Il cuoco non ha la mano leggera, i piatti abbondano di condimento e anche le porzioni sono decisamente oneste. Il conto non è stato dei più leggeri, ma ho passato una bella serata e ho mangiato di gusto scoprendo un bello scorcio di Milano perciò la mia esperienza può dirsi positiva.
Visitatore5/5
13/04/2019
È un locale storico che ami dal primo momento. Ci andavo nei primi anni ottanta, non è cambiato nulla nell’atmosfera delle vecchie osterie milanesi. Questa tra l’altro ha mantenuto intatto il sapore di una volta con interni originali, grande veranda giardino con pergolati di glicine e gioco delle bocce. D’estate si può pranzare e cenare all’aperto è un luogo, non molto conosciuto ( ed è un bene) perché frequentato da una buona clientela, riservata e garbata. Oltre tutto il cibo è di buon livello. I prezzi sono nella media, tendenti verso l’alto, non proprio a buon mercato, ma si può transigere. Una serata in compagnia e per un copia in serata speciale, va molto bene. Servizio all’altezza con camerieri veri, non porta piatti per intenderci.
Visitatore4/5
08/04/2019
Location molto bella, personale efficientissimo e cucina di classe. Un angolo di paradiso dentro la città. Una menzione a parte ai formaggi veramente di ottima qualità. Unico appunto il ricarico sui vini un po' sopra la media ma nel complesso assolutamente da promuovere.
CHIUDI
CHIUDI