Magma a Genova: leggi le recensioni

Leggi le ultime recensioni riguardanti Magma (Genova). Sluurpy aggrega i voti,valutazioni e recensioni dei principali siti di ranking per fornire ai suoi utenti la migliore panoramica dei ristoranti di loro interesse.

Visitatore4/5
21/09/2019
È stata per me la seconda volta in questo ristorante dove si mangia bene. Il locale risulta un po' nascosto ma ospitale, con alcuni elementi dal gusto discutibile (vedi pannelli trasparenti in plastica nella zona esterna). Piatti poveri della tradizione ligure, abbandonati oramai da moltissimi ristoratori, a volte rivisitati con fantasia. Dolci religiosamente fatti in casa. Molto buoni gli agnolotti, buono il polipo alla s.Lucia mentre delude un po' il tiramisù con amaretti e caffè. Rapporto qualità / prezzo ragionevole. Spero anche voi viviate una serata che ho vissuto io la prima volta. Una serata che sa di buono e un po' di antico: pochi clienti, sottofondo musicale con brani di prima scelta ed il gestore che racconta aneddoti sul teatro genovese del passato e sulle storie dei piatti liguri e degli ingredienti con cui vengono creati.
Ivana C3/5
30/06/2019
Locale molto molto alla mano, quasi vetusto/obsoleto. Proprietario prodigo di consigli. Trofie al pesto buone, spaghetti alle vongole buone, con tempi di cottura x gli spaghetti ottimi ma...il dolce... Abbiamo preso il tanto decantato tiramisù e...tirato fuori dal congelatore nel momento del nostro ordine, gli è stato versato sopra del caffè caldo e... Serviti! I sapori c'erano anche ma... Una cosa del genere nn mi era capitato nemmeno nei peggiori dei Mac Donald's! Impresentabile!!! Bocciatisssssimo!
Visitatore3/5
20/06/2019
Osteria di nome ma non nel prezzo! Ambiente molto ben curato, vivo il ricordo di Govi. Menu molto ben spiegato. Alcune cose non tornano, peró. Prima di ordinare ci è stato fatto assaggiare il pesto e devo dire che era molto buono e saporito. Purtroppo peró non era lo stasso che ci è stato servito con le trofie. Il secondo, a differenza del primo, era trasparente al gusto e palesemente non fatto al mortaio. Buona peró la cottura delle trofie, cosa abbastanza rara da trovare. I ravioli alla borraggine con salsa di pinoli erano nella media. Molto buono il vino rosso (o môu). I dolci non erano un gran che. Piatti presentati in maniera eccelsa ma deludenti poi al gusto. Buono e celere il servizio. Peró 27 euro e 50 per un primo e un dolce in una osteria (e se vogliamo la qualità è proprio quella) sono un pó eccessivi. Molto simpatico e disponibile il proprietario. Che dire: senza infamia ma anche senza lode, ma un po caro!!!!
Visitatore5/5
07/06/2019
Domenica 2 giugno il nostro gruppetto ha deciso di andare a Genova, mia città natale, per una gita fuori porta. Abbiamo pranzato in questa Hostaria, io ci ero già stata con le mie compagne di classe delle superiori per una rimpatriata e devo dire che anche questa seconda volta sono stata benissimo ed anche il gruppo ha apprezzato. Il proprietario è molto gentile, abbiamo mangiato benissimo e lo consigliamo a tutti. Ci torneremo sicuramente.
Visitatore5/5
26/05/2019
Ho pranzato una domenica con mia moglie e devo dire che sono rimasto incuriosito dai piatti che riprendono la tradizione del territorio con riferimento alle commedie di Govi. Sicuramente ci ritornerò
Visitatore5/5
20/05/2019
Abbiamo organizzato una cena per circa 20 persone per un sabato sera. il proprietario Corrado non ci ha posto alcun problema nonostante locale piccolo e quindi con rinuncia da parte sua a clienti individuali per un sera tipicamente sempre piena Mangiato benissimo: 2 primi trofie alla gegia e pansoti con crema di pinoli, 1 secondo a scelta tra tre (tutti ottimi) e dolce, memorabile la panera. Vino in bottiglia bianco e rosso di qualit (cantine sociali di Levanto). Offerti caffè e digestivi vari Prezzo e servizi ottimi
Visitatore2/5
03/05/2019
Siamo stati in questo ristorante con amici il venerdì sera. Partiamo dalla cena: 3 antipasti, 1 primo, 2 secondi e 3 dolci, vino escluso, 100 euro L'idea dei piatti, classici genovesi rivisitati, é anche buona, i primi e i sughi li ho trovati buoni, ma i secondi erano clamorosamente scaldati al microonde (il coniglio é arrivato bollente all'esterno e totalmente freddo all'interno dopo un DING proveniente dalla cucina). Le porzioni buone ma alla fine la qualità era media. Il servizio: al gestore, assolutamente espansivo e disponibile, fanno da contraltare ragazzi africani che non parlano un'h della nostra lingua, non sanno una virgola del menù e di come si porti avanti un servizio di sala e a volte nemmeno cosa siano alcuni ingredienti (come il parmigiano che richiesto é risultato oggetto misterioso...). Va bene dare una possibilità a chiunque ma certe persone conviene magari tenerle in cucina e pagare personale qualificato per avere a che fare con i clienti... Ciò detto ritengo abbiamo pagato molto per quello che abbiamo mangiato, sia a livello di qualitá che di quantitá, non credo ripeterò l'esperienza
Visitatore4/5
02/05/2019
Sono stato a pranzo con mia moglie e mia figlia, ho apprezzato molto l'arredamento del locale in stile retrò, la gentilezza e disponibilità del titolare e la qualità del cibo. La cosa che, da ligure di madrelingua genovese, mi ha fatto molto piacere è il ricordo del più grande attore di teatro dialettale G. Govi, purtroppo un po' dimenticato, con il nome di questo locale viene ricordato e all'interno si trovano fotografie, oggetti e sopratutto i piatti serviti prendono nome dalle sue commedie. Genovesi andateci e rimarrete contenti.
Visitatore4/5
01/05/2019
Sono venuta la prima volta in questo posto con alcuni amici di Genova e da lì ho continuato ad andarci. Consigliatissimo per chi vuole provare la tipica cucina genovese. Le pietanze sono tutte buonissime, dall’antipasto al dolce. La visita merita anche solo per conoscere il gestore, persona squisita, in grado di farti venire fame anche quando ormai sei sazio!
Matteo B5/5
27/04/2019
Siamo stati all'Hostaria i maneggi a cena. Ci sono stati serviti piatti di primissima qualità, piatti molto delicati e curati. Il proprietario ci ha accolti in modo ospitale e gentile dedicandoci tempo per spiegare i piatti che serve. Dolci speciali, che ricercano la tradizione ed i sapori di questa terra. Se siete a Genova, assolutamente da provare
Roberta S3/5
14/04/2019
Simpatica osteria con begli ambienti. Il titolare è loquace e disponibile. Piatti buoni, ma non eccezionali. Trofie al pesto discrete, ma non troppo saporite, migliore la pasta con salsa di pinoli. Dolce " la penitenza" da evitare
Visitatore2/5
25/03/2019
Il menù viene presentato ad arte dallo scenografico proprietario, ma poi quando arrivano i piatti (e gli antipasti sono arrivati dopo quasi 1 ora di attesa...)si fanno i conti con la realtà. Piatti senza lode e senza infamia che chiunque potrebbe prepararsi a casa propria, e forse con risultati migliori. Acciughe fritte senza sapore. Asparagi avvolti nel prosciutto che sinceramente non sono degni di nessun menu..in compenso polpo alla luciana molto buono e tenero, e focaccia fatta in casa da urlo. Poi tris di pasta come detto prima senza infamia e senza lode. Spaghetti alla chitarra (ma invece arrivano le pappardelle) allo zafferano e con prosciutto croccante buoni, ma le trofie della Gigia davvero niente di che. Pesto buono. I ravioli con la crema di pinoli, ma senza crema. Forse se la sono dimenticata? Infine i dolci, mamma mia che delusione unica! Il proprietario li aveva descritti come prelibatezze e invece arrivano dei dolci immangiabili . Il tiramisu al cioccolato fuso è un ammasso di panna, zabaione e meringhette con al centro un pochino di cioccolato e ai lati le lingue di gatto. Il dolce al basilico non ne parliamo, era immangiabile e stomachevole E il conto, quasi 38 euro a testa, è decisamente troppo per una osteria di modesta aspirazione. A malapena avremmo dovuto spendere 25 euro a testa. Insomma, grazie, abbiamo provato,ma non ci rivedremo più, per quella cifra si mangia in un signor ristorante con piatti ricercati e con un gusto che qua se lo sognano
Visitatore5/5
20/03/2019
Nei pressi del ponte monumentale salendo una scalinata si arriva in questa piccola trattoria. Il menù offre piatti tipici della tradizione ligure a prezzi modici essendo in pieno centro! Ho preso delle ottime trofie al pesto con fagiolina e patate e buonissimi i pezzi di focaccia di accompagnamento :) Spero di ritornare per assaggiare qualche altra specialità!
Riccardo A4/5
20/03/2019
Locale semplice ma pulito e ordinato con nome dedicato ad una commedia dialettale del compianto Govi ed alle pareti ci sono varie sue foto che creano una bella atmosfera. Cibo semplice ma molto buono nel rispetto della cucina ligure. Personale e proprietario sono molto gentili. Posizione ottima perché vicinissimo al cuore della città. Ci tornerò sicuramente.
Visitatore1/5
16/03/2019
Io e il mio fidanzato ci rechiamo a Genova giusto per un weekend, essendo non del posto, ci affidiamo al nostro albergatore. MAI PIÙ. Entriamo in questo locale, che sembra abbandonato. Ma Vabe. Andiamo oltre. Oltre la puzza c’è anche un gran disordine, vicino al nostro tavolo c’era un mega post su Lupin (che c’entra?). Ordiamo un primo, un contorno e due secondi. Il primo : il pesto è meglio quello 1.50€ del supermercato. L’arrosto (raccomandati dalla signorina ) in realtà era un piatto con 4 fette di roast-beef gelido. Alla mia replica la cameriera mi ribatte su tutto e per tutto. Pure maleducati oltre ad essere costosi, disordinati e puzzolenti. Abbiamo pagato 50€ per avere lo stomaco vuoto poiché le porzioni si fanno desiderare per essere un’osteria.MAI PIÙ. MAI PIU .
Visitatore3/5
05/03/2019
Si accede da una discesa pedonale, trattoria dal gusto retrò. Buono il pesto, buonino il polpo, mentre il dolce al basilico (6 €) lascia molto a desiderare. Ho bevuto un bianco della riviera di levante, non male. Forse si paga troppo per quel che effettivamente offre.
Laura S5/5
24/02/2019
Abbiamo avuto il piacere di pranzare una domenica presso l’hosteria i maneggi. La sensazione appena varcata la porta è stata quella di fare un salto nel passato grazie all’accogliente atmosfera e alla grande passione dello staff. Menú originale ma non banale, che grazie ai racconti del proprietario diventa un’esperienza da provare! I dolci poi sono la ciliegina sulla torta, il tiramisù sù potrebbe creare dipendenza.
Visitatore5/5
27/01/2019
Classica trattoria che sarebbe meglio non recensire per riuscire a trovare sempre un tavolo. Aperto a pranzo e cena, cucina genovese rivisitata, in centro ma fuori dai normali giri turistici per via della salita, si possono ancora trovare dei piatti che forse, così buoni, li faceva la nonna. Parlo del polpo, dello spezzatino, delle trippe e di diversi primi e dolci. Buona la cantina ed il rapporto prezzo /qualità
Alessandro A4/5
25/01/2019
Ci siamo stati di sabato e abbiamo passato una splendida serata. Il proprietario forse perché il locale non era pienissimo si avvicinava spesso per accertarsi che tutto andasse bene. Il locale è carinissimo in stile antico ma molto curato. I piatti tipici della tradizione genovese ma soprattutto i racconti disincantati del titolare ci hanno affascinato. I prezzi assolutamente nella media con caffè e amari offerti. Consigliato
Emanuela D3/5
02/01/2019
Proprietario loquace e molto motivato a spiegare i piatti del suo locale. Buoni pane e focaccia fatti da loro; non male neppure il primo, ravioli di borragine, il mio salmone non eccelso, meglio il polpo preso dai miei commensali. Sconsiglio il dolce al basilico, insignificante.
CHIUDI