Bastimento a Torino: leggi le recensioni

Leggi le ultime recensioni riguardanti Bastimento (Torino). Sluurpy aggrega i voti,valutazioni e recensioni dei principali siti di ranking per fornire ai suoi utenti la migliore panoramica dei ristoranti di loro interesse.

Visitatore2/5
24/02/2020
Grandi aspettative, deluso. Essendo pugliese avevo grandi aspettative sulla cucina e ci sono rimasto male! Servizio comunque curato. Conto leggermente alto.
Visitatore5/5
23/02/2020
E niente. Ti viene voglia di trasferirti a Torino solo per passare di qua tutti i giorni. Questo posto è un’oasi di quiete, eleganza e cibo che non si può descrivere se non mangiandolo. Qui il tempo assume un’altra dimensione, ci puoi passare ore senza accorgertene. Titolare, chef, cameriera, non c’é mai una sola nota stonata. Tartare di pesce sublime, sogliola indimenticabile, cous cous impareggiabile.
Visitatore2/5
13/02/2020
Ristorante piccolo, con tavoli molto vicini, ove si sentono i discorsi dei vicini...piatti di pesce troppo elaborati, così facendo si nasconde il gusto del pesce. Scialatelli ai ricci di mare poco gustosi, polpo alla bavarese abbastanza buono ma si può fare di meglio...puntano molto sulla qualità ma lascia un pò a desiderare. Prezzi troppo alti per il prodotto che offrono.
Visitatore2/5
19/01/2020
Essendo pugliese avevo grandi aspettative andate miseramente deluse. Locale piccolo, tavoli(ni) appiccicati ergo zero privacy. Servizio cortese e veloce. Antipasti: la parmigiana di pesce con ombrina arriva a tavola fumante di microonde con l’ombrina secca ovviamente (ed e’ un pesce dalle carni stoppose), i paccheri aglio, olio, peperoncino e profumo di cernia (dico profumo xche’ di cernia ci saranno stati 5 grammi) nuotavano nell’olio. Secondi: sogliola con limone su letto di cavolo rosso passabile, dentice su crema di zucca e porri fritti buono x americani in vacanza. Ed e’ questo il punto: in Puglia il pesce si cucina solo: al sale, al forno o alla griglia. Ogni salsa, intingolo o condimento aggiunto puo’ valere l’ergastolo. Allora se il ristorante vuole essere (come da sito web) un inno al Salento, le preparazioni all’americana nascondono solo pesce senza sapore. Il mio vicino di tavolo commentava allo stesso modo i suoi spaghetti con i ricci (al profumo di...). Carta dei vini di buon livello con ricarichi onesti. Il ristorante era pieno, modaiolo quindi hanno di sicuro ragione loro. Forse ero io ad avere troppe aspettative.
Visitatore4/5
17/12/2019
Piccolo ristorante molto accogliente . Personale gentile e preparato , buon servizio . Piatti di ottima qualità e prezzo commisurato a quanto offerto . Consigliato
Visitatore4/5
24/11/2019
Il luogo ricorda i bistrot di Bruxelles, coi tavolini piccoli quadrati, la panca lunga, gli specchi e la cucina a vista con bancone. Spazio quindi limitato che in alcune situazioni può non essere ottimale. Menù semplice, chiaro, con alcuni piatti sempre presenti ed altri nuovi. Qualità generale buona con alcune eccellenze (personalmente trovo il polpo arrosto ottimo). Pasticceria non stupefacente. Vini nella media. Prezzo un po’ sopra la media.
Visitatore2/5
21/11/2019
Locale gradevole, ma servizio assente. Viene chiesta una bottiglia di bollicine in attesa che arrivino tutti gli ospiti, ma nulla. Sul menù 3 primi. Con così poca varietà i piatti dovrebbero essere impeccabili e non è stato così. Finisco dicendo che per un conto finale di 406 euro in 6 non è obbligatorio tirar via almeno quei 6 euro dal conto o offrire un amaro, ma sarebbe stato un gesto di normale cortesia verso il cliente. Non ho notato, invece, nessuna attenzione. Non viene di certo la voglia di tornare, ma probabilmente la cosa non interessa.
Visitatore5/5
19/09/2019
Ristorante situato vicinissimo piazza Vittorio, piccolo accogliente con la cucina in vista, ottimo servizio, personale cortese è competente, ottimi piatti, presentati in maniera sobria ma elegante, eccellenti materie prime, carta dei vini top, un plauso allo chef Fabbrizio. Consigliatissimo
Visitatore3/5
27/08/2019
Piacevole serata di agosto, non troppo afosa. Seduti all'esterno, con traffico auto praticamente nullo, dato il periodo. Cameriere molto cortesi, buona accoglienza. Ed abbiamo mangiato, tutto sommato, anche abbastanza bene: le seppioline su tartare di pomodori tenere. Solo il polpo alla barese era leggermente "carbonizzato" su un lato perché lasciato sulla "piastra" più del necessario. Ho avuto difficoltà a tagliarlo. (Colpa del coltello?). Una bottiglia di Côtes de Provence in quattro. Le dolenti note arrivano al momento del conto. Cinquanta euro a testa è del tutto sproporzionato per il tipo di locale, per l'apparecchiatura e per i piatti in sé. Sproporzione ancora più marcata dalla mancata emissione di una ricevuta fiscale. Così non va. Non va. Non credo che tornerò ma se dovessi farlo inviterò a cena una "fiamma gialla" per l'occasione....
Visitatore5/5
29/07/2019
L’estate 2019, sempre più canicolare, spinge alla naturale ricerca di dehor freschi e magari siti in location esclusive. Il dehor del ristorante Bastimento è lungo 15 metri e offre circa 30 posti ai fortunati astanti. Astanti, sicuramente privilegiati per la felice ubicazione del Ristorante Bastimento sito in Via della Rocca al numero civico 10 e festanti per un ricercato menù. Gli interni del locale richiamano i bistrot francesi. La ricerca di materie prime eccellenti, è il leit motiv che accompagna tutto il percorso gastronomico del Ristorante Bastimento. L’ottima parmigiana di ombrina, considerata più appropriata per un menù autunnale, ha intelligentemente lasciato spazio es. a un delicato e delizioso mix di crudo. Non posso che annotare, quindi, un approccio easy e smart nei confronti di stagioni con, ovviamente, differenti gradazioni delle temperature e dei loro colori, più accesi se estivi e più tenui per l’autunno che arriverà. Constatando un approccio così intelligente nei confronti delle stagioni e dei loro caratteristici colori, mi sono lasciato guidare dal titolare Gigi, largamente esperto di fauna ittica. Un solerte e professionale personale, mi ha servito in tempi brevi, con estremo garbo e discrezione, dote, di questi tempi, sempre più rara. È sempre un elevato indice di pulizia interna ed esterna al locale presentare una cucina a vista priva di alcun tipo di sbavatura. Cucina a vista, ovviamente presente all’interno del Ristorante Bastimento. Ma, partiamo, degustando come entrata un eccellente mix di crudi con d’accompagnamento carote e finocchi crudi, che contribuiscono a intarsiare e a far virare i sapori dal delicato al lieve. Nessun condimento aggiuntivo è stato applicato, essendo anche il salino del mare già appropriatamente adeguato. Freschezza di menù inneggiata da quel tocco che porge la menta fresca di Pancalieri e che lega il roll di peperone e tonno. Una semplice e pura delizia da provare. Da provare e incorniciare è la mirata carta dei vini e degli champagne. Per far da chiosa all’ottima cena ho scelto pesche tabaccherie con gelato al fior di latte. Più di un fiore meritano sicuramente il professionale personale composto da Asia, Martina e Elena, il titolare Gigi e i prodigiosi Chef della cucina del Ristorante Bastimento. Con sincera stima e affetto BBC1
Visitatore2/5
20/07/2019
No aria condizionata; Cibo nella media; Servizio da dilettanti; Prezzi non adeguati a qualita’, location e servizio. Di sicuro c’è di meglio.
Visitatore4/5
19/07/2019
Sempre una certezza. Pesce freschissimo accompagnato da una notevole cantina. I proprietari sono gentilissimi e sanno accompagnarti nella scelta. Locale piccolo ma molto bello.
Visitatore5/5
11/07/2019
Ci sono stato una sera di inizio settimana. I cibi sempre buoni e preparati con cura. Sfizioso l’antipasto fritto di pesce, molto buone le orecchiette a sugo di pesce con l’innesto di qualche cavatello molto al dente che aumenta la consistenza del piatto e poi per secondo i tentacoli di polpo. Un ottimo calice di Vermentino ad innaffiare tutto. Prezzi adeguati alla zona e alla qualità dei cibi. La differenza l’hanno fatta le attenzioni al cliente e il garbo di Martina, sempre vigile e gentile, di Elena e della collega (non ho fatto in tempo a chiedere il nome perché impegnata con altri tavoli). Area di miglioramento: investirei per aria condizionata nel locale. Un posto dove tornare.
Filippo P1/5
09/07/2019
Siamo 3 amici e prenotiamo per le 21-21.15... arriviamo ovviamente in orario ma il tavolo è stato venduto al turista di turno... Decidiamo di prendere tempo ordinando 3 calici di vino e attendiamo, dopo mezz’ora di attesa ci viene proposto di attendere altri 10 minuti e noi abbastanza delusi decidiamo di andarcene... ovviamente prima di lasciare il locale andiamo a Pagare i 3 calici di vino. GROSSA DELUSIONE E MANCANZA DI PROFESSIONALITÀ MA SOPRATTUTTO DIMOSTRAZIONE DI ESSERE POVERI DENTRO, lo i calici li avrei offerti... a mai piú e grazie.
giuseppe f4/5
10/06/2019
Io e mia moglie siamo stati a cena in questo ristorante dopo averlo visto su una guida di Slow Food. Pesce sicuramente fresco e di eccellente qualità, personale cortese e preparato, secondo me l'unica pecca è proprio il locale che di fatto è un corridoio con dei tavoli al bancone, a lato dell'ingresso e un piccolo spazio in fondo; oltre ad una piccola pedana all'esterno. Consiglio in fase di prenotazione di chiedere di non essere messi ai tavoli d'ingresso perché molto disturbati dal passaggio di clienti e personale.
Visitatore3/5
10/06/2019
Ristorante in centro, menu vario, buona la materia prima, buona carta dei vini, però non mi ha lasciato nulla di particolare....sicuramente un buon ristorante, ma non ho toccato picchi in nessuno dei piatti scelti....ottimo il servizio....prezzi in linea con quello che si è mangiato....
Visitatore3/5
04/06/2019
Bel locale con cucina a vista, personale gentile. Pesce di ottima qualità e cucinato bene. Conto: un filo caro (anche considerando che si tratti di un ristorante di pesce: prezzi corretti per i crudi, ma per le altre pietanze, non li ritengo giustificati). Reputo, però, che LA MIA sia stata un’esperienza abbastanza sterile; non ho sentito “l’anima dello chef” e nessuna pietanza di quelle assaggiare mi ha colpita particolarmente.
Visitatore5/5
19/05/2019
Abbiamo cenato al bancone su suggerimento di un collega, a differenza del servizio al tavolo, si ha l'opportunità di degustare in porzioni ridotte vari piatti del menu spiegati direttamente dallo chef Fabrizio e si ha modo di vedere affacciati sulla cucina il lavoro e la professionalità della brigata. I ragazzi sono giovani ma molto capaci, assaggiano tutto ciò che spadellano prima di servirlo. Tutte le ricette sono di pesce, molto buone e di alto livello, degni di nota i moscardini con i funghi trifolati, spaghettoni con il riccio, fritto leggerissimo, pasta alla norma rivisitata con pesce... Difficile ricordare tutti i piatti! E i dolci, non sono assaggi e sono buonissimi! Unica nota dolente? Non poterselo permettere spesso!
Visitatore5/5
13/04/2019
Vado al bastimento da tanti anni, e ogni volta, non delude. Il ristorante è semplice e familiare, ma al tempo stesso fine ed elegante . La cucina è sempre una garanzia, polpo alla barese top fra i classici, e Fabrizio, lo chef, è sempre disposto a esaudire i desideri dei clienti, nel limite del possibile ( settimana scorsa mi ha cucinato degli splendidi gamberi in pasta kataifi che erano fuori carta, ma che avevo visto sul suo profilo Instagram) . Perfetto per una cena a due, tra amici o per cene di lavoro ... non è molto grande quindi sconsiglio passeggini mega, anche se in caso di necessità, una soluzione la trovano sempre ! Se dovete portarci qualcuno per la prima volta, farete sicuramente bella figura!
Visitatore4/5
13/04/2019
Bel ristorante dietro piazza Vittorio con pesce davvero ottimo . Mi è piaciuto molto ed il personale si è mostrato cortese e professionale . Unica pecca che L’ ho trovato veramente rumoroso , nella seconda sala c’ è spazio per una quindicina di persone e , forse a causa dei vicini non proprio raffinatissimi che urlavano , non sono riuscita a parlare con il mio fidanzato perché a tratti non lo sentivo . Comunque esperienza più che positiva , torneremo !
CHIUDI
CHIUDI