Gianfrate Carni Pregiate a Locorotondo: leggi le recensioni

Leggi le ultime recensioni riguardanti Gianfrate Carni Pregiate (Locorotondo).

Sluurpy aggrega i voti,valutazioni e recensioni dei principali siti di ranking per fornire ai suoi utenti la migliore panoramica dei ristoranti di loro interesse.

Visitatore5/5
19/02/2021
Pranzo di lavoro fra amici, entrè a base di ottima selezione di salumi artigianali e ottimo pecorino stagionato, mix di bombette e varietà di salsicce di ottimo gusto e qualità, e poi una superba costata a 60 giorni di frollatura eccezionale altezza 3 dita, davvero unica e a seguire una T-bone meno frollata sempre 3 dita sempre eccezionale. Dolcetti tipici e liquori artigianali. Consigliatissimo e da ritornarci senza dubbio. Serviti con grandissima accoglienza e infinita e squisita gentilezza.
Visitatore4/5
19/12/2020
Carne nostrana di qualità, abbiamo preso una grigliata mista al centro bombette,salsiccia,zampina per aprire lo stomaco e...una bistecca per sentire la qualità della carne. Che dire..bistecca nostrana della murgia, pezzato rosso frollatura 2 mesi...non ho parole per descrivere la bontà!!! Abbiamo concluso con un dolce e un amaro. Prezzi nella norma,giusti per la qualità offerta. 4 stelle solo perché i tempi d’attesa sono stati un po’ lungo,ma per il resto un’eccellenza!!
Visitatore4/5
28/11/2020
Si passa dalla macelleria si sceglie la carne (tutta buona) e ci si accomoda nel locale di fianco. Gli gnumireddi erano i più buoni da me mai mangiati e anche solo per quelli ci tornerei potessi. Vi assicuro che di solito li assaggio e nulla più....ma quelli di Gianfrate... ne ho ordinati ancora e ancora ! Ottime le bombette. Nell'attesa ci sono stati portati dei salumi, delle mozzarelline, delle olive, tarallini, tutto molto buono. Noi da Bologna ogni tanto diciamo... ti ricordi degli gnumireddi del Gianfrate?....consigliato!
Visitatore5/5
07/10/2020
Insaccati buonissimi,carni bombette salsicce ancora di più, tutto cotto a puntino. Il titolare gentilissimo , cosa chiedere di più?
Visitatore3/5
30/08/2020
Carne buona e ben cotta. Personale gentile, ma servizio da migliorare un pò (tempi e gestione delle portate). Location carina, molto comoda per il parcheggio. Unico neo il prezzo, decisamente alto per il tipo di locale.
Visitatore4/5
28/08/2020
Ottima carne cucinata e tagliata con sapienza. Questa macelleria si trova in buon posto per il parcheggio. Personale molto gentile. Unica critica, che vuole essere costruttiva e non distruttiva, lentezza nel servizio e disorganizzazione. Le bevande e il pane sono la prima cosa da portare a tavola.
Visitatore5/5
21/08/2020
Siamo stati a cena ieri sera in questo locale a conduzione familiare. Si sceglie la carne dal banco ed il proprietario la cuoce al momento sul fuoco! Abbiamo gustato prima i salumi artigianali, tutti ottimi e poi una grigliata mista con vari tipi di salsicce e bombette. La bistecca di maiale era cotta alla perfezione e tenera come mai avevo assaggiato! Decisamente lo consiglio. Riguardo i tempi di attesa contrariamente a quanto ho letto, sono normali se si vuole la carne cotta ad arte e non precotta e riscaldata. Si beve vino, si gustano gli antipasti, si chiacchiera ed il tempo vola! La terrazzina, che consiglio di prenotare,è una chicca, con vista sulla chiesa e un trullo sovrano. Il cameriere e i proprietari gentilissimI, sempre pronti e con il sorriso!
Patrizio C4/5
21/08/2020
La gentilezza, l'educazione, la premura, la simpatia, la cordialità è innata in tutti i componenti del team. Salumi e formaggi, zampina e torcinelli, costata......tutto ottimo! Un consiglio, bisogna rivedere i tempi di attesa per tutte le pietanze, anche su amari e conto!!! È una critica costruttiva per migliorarsi.
Visitatore5/5
19/08/2020
Carne davvero ottima, come ci si aspetta da una macelleria. Cucinata da Gianni con divertimento e passione. Come antipasto salumi davvero squisiti. Porzioni ricche. Vino rosso della casa da consigliare. Prezzo finale molto ragionevole. 👏
Visitatore5/5
16/08/2020
Macelleria tipica con servizio di ristorazione. Ottime carni, buona scelta di vini locali con prezzi contenuti. Personale molto accogliente.
Visitatore5/5
12/08/2020
Sono andata a cena in questa macelleria con mio marito la settimana di ferragosto. Si trova appena fuori dal centro di Locorotondo, raggiungibile in auto. Un posto dove la mise en place non è importante, la qualità del cibo lo è. Ci lavora una signora è un signore dietro il banco della macelleria, ti consigliano le bombette, le costine di agnello, la testina, il filetto, gli involtini di interiora (polmone, cuore e fegato, non ricordo il nome di questa pietanza tipica) prima di metterli alla brace. Abbiamo trovato un ragazzo giovane che faceva il cameriere, da solo, nonostante la settimana più turistica dell’anno, sempre con il sorriso in faccia e sempre gentilissimo. Contorni semplici e buoni. La cena è stata veramente buona, una qualità strepitosa. Con piacere abbiamo capito che effettuano spedizioni in 24ore; abbiamo poi riprenotato per un’altra sera. Consigliatissimo a chi ama la carne, la cortesia e non ha bisogno di particolari vezzi di forma.
Visitatore3/5
11/08/2020
Premessa: Come tutte le recensioni targate #OdisseoFoodScout, le nostre recensioni non vogliono in alcun modo danneggiare i ristoratori; anche in occasioni di critica. Siamo consapevoli che dietro ogni attività, c’è sacrificio e lavoro; così com’è chiaro che una singola esperienza non sempre è la fotografia del Locale: in positivo o in negativo, si può trattare di un caso isolato. Anche per questo, ci riserviamo, in talune occasioni, di ripetere l’esperienza, per dare una seconda occasione al ristoratore. In definitiva contiamo di fornire consigli onesti e critiche costruttive. Domenica 9 Agosto, giungiamo in 3 a Locorotondo per una passeggiata e dello street food. Avendo avuto fortuna nel trovare parcheggio, alle 19:45 siamo già nel centro del paese. Dopo qualche riflessione e vari profumi nell’aria, che stimolano il nostro appetito, decidiamo di cenare velocemente per poi dedicare al passeggio digestivo il resto della serata. Aprendo “The Fork”, optiamo per la Macelleria Gianfrate: prezzo medio indicato 18 euro, punteggio “The Fork” appena superiore a 8\10. Un po' fuori mano, a 900 metri da noi; tuttavia, un buon compromesso, a nostro avviso, per mangiare un po’ di ciccia al volo, senza spendere un patrimonio; nonostante uno dei 3 fosse vegetariano, il menu online annovera formaggi e verdure grigliate. Decidiamo di andare. Giunti a destinazione (ore 20:20), siamo accolti da un simpaticissimo giovane cameriere, Gennaro. Il locale non è pienissimo, però la cucina appare alquanto indaffarata per via degli ordini da asporto. Location periferica, con ampia possibilità di parcheggio. Arredi semplici, rustici, perfettamente in linea con le nostre aspettative. Gennaro ci suggerisce di accomodarci all’esterno; suggerimento che accettiamo di buon grado, anche per la possibilità di fumare. Spieghiamo subito a Gennaro le nostre intenzioni, gli chiediamo una boccia di vino della casa e facciamo subito presente del coperto vegetariano, chiedendo la disponibilità di verdure grigliate. Il ragazzo si congeda, rassicurandoci che avrebbero potuto soddisfarci senza problemi, anche se non era certo di avere delle verdure grigliate. Subito dopo siamo invitati a spostarci in macelleria per scegliere e ordinare la carne. Qui ci accoglie un pittoresco e appassionato macellaio: il proprietario, con tutta probabilità. La scelta non è tanta ma la qualità della carne, di provenienza locale, unita alla convinzione dell’uomo, che pare sapere il fatto suo, ci lasciano ben sperare. Dunque ordiniamo: 4 bombette, di cui due al formaggio, 4 costine di maiale, 3 costine d’agnello, due salsicce a punta di coltello e un po’di salsiccia alla salentina (vedi foto). In quest’occasione, ribadiamo che solo due di noi mangiano carne. Torniamo al tavolo, dove intanto ci attendeva una bottiglia 2016 di novello, che onestamente si era conservata meravigliosamente, restituendo davvero un ottimo vino della casa. Tra chiacchiere e brindisi, trascorre la prima ora e oltre metà bottiglia di vino andata. Sollecitiamo il giovane Gennaro, che nel frattempo accoglieva una nuova tavolata, seduta accanto a noi. Il ragazzo, sempre con grande educazione e pazienza, si scusa e ci porta dei taralli. La serata procede. Ci rendiamo conto che la cucina sta smaltendo diversi ordini da asporto e comprensivi decidiamo di pazientare. Ore 22:20. Sono trascorse due ore tonde dal nostro ingresso in braceria. I nostri stomaci erano vuoti quanto la boccia di vino, ormai inesorabilmente terminata, insieme alla ciotolina di taralli. La speranza di una passeggiata a Locorotondo si ottunde. A far traboccare il vaso ci pensa il vassoio di formaggi, portati ai nostri vicini, giunti oltre un’ora dopo di noi. A questo punto, facciamo notare la situazione al giovane cameriere, che in totale imbarazzo si scusa ancora, ricomparendo poco dopo con 3 ciotolini di sottaceti – zucchine e melanzane – in sostituzione delle verdure grigliate che non erano disponibili; un secondo ciotolino di taralli e un’altra bottiglia di vino della casa, che nostro malgrado avevamo ordinato nella speranza, questa volta, di poterla accompagnare con la carne. Ore 23:00. Arriva la carne. Mancano all’appello le patate arrosto e il piatto di formaggi per l’amico vegetariano. In compenso arriva un piatto di salumi, nonostante avessimo chiesto giusto un assaggio di capocollo stagionato. Qualità e cottura della carne, confermano le aspettative ma siamo davvero troppo amareggiati per goderne. I disagi continuano: terminiamo la carne senza il contorno di patate; il nostro amico costretto a guardarci senza mangiare dopo oltre due ore di attesa. Fermiamo il povero Gennaro, che pareva ormai aver paura del nostro tavolo. Gli facciamo presente che pur avendo compreso il ritardo della carne, non potevamo davvero accettare che tardassero i contorni e i formaggi; ci siamo sarcasticamente offerti di andare in cucina a tagliarli e servirceli, se c’avesse autorizzati. Formaggi e contorno arrivano alle 23:30. Sono passate 3 ore. Il macellaio, giunto in sala per tagliare una bistecca, ci chiede con simpatica cortesia ma anche come se niente fosse, come sia andata. Data la situazione abbiamo evitato di essere polemici. Rifiutiamo il dolce, chiediamo il conto. Totale della serata 87 euro, quasi 30 euro a cranio (vedi foto del conto). Tralasciando i ritardi, come sarebbe andata se anziché mangiare carne in due l’avessimo mangiata in 3? e se avessimo ordinato antipasto e dolce? Nota per The Fork: aggiornare prezzo medio da 18 euro a 40 euro a persona. In sintesi, Macelleria-Braceria Gianfrate: potrei ma non voglio. Grande esperienza in macelleria, buone le materie prime, cordialità e simpatia ma scarsa attenzione al cliente e deficit gestionale. Speriamo di ricrederci.
Visitatore5/5
09/08/2020
Carne cotta per conduzione dalla brace non sulla brace come vuole la tradizione, personale incredibilmente disponibile e sorridente, ottimo anche per i bambini con le patate e le verdure grigliate. Questo ristorante non si è svenduto al turismo, bravi!
Visitatore5/5
01/08/2020
Davvero ottimo! Tutto squisito dagli antipasti alla carne! Cameriere sempre sorridente e disponibile ed il titolare molto professionale. Il conto poi per qualità e quantità l’ho considerato addirittura basso! Consiglio le bombette ed il vino della casa, davvero speciali.
Visitatore1/5
26/07/2020
Davvero per nulla cordiali. Abbiamo aspettato 1 ora e mezza per mangiare. Quando abbiamo provato a esporre la nostra insoddisfazione ci é stato consigliato di non tornare. Così faremo.
Visitatore5/5
23/07/2020
Questo locale ha proprio tutto. Carne di ottima qualità e personale molto cordiale. La cena migliore degustata in Valle d'Itria. Spero di tornarci presto
Visitatore5/5
01/07/2020
Bellissima serata in compagnia di amici, prima volta nel locale e posso dire che sono accoglienti, gentili e seriamente professionali.....molto attenti ai dettagli e all'igiene. Cibo stupendamente favoloso......saporito e cotto alla perfezione. COMPLIMENTI. Ottimo rapporto qualità/prezzo. Sicuramente i altre occasioni sarete u meraviglioso riferimento.
Visitatore5/5
21/06/2020
Scoperto per caso, aprendo the fork. È stata la sorpresa migliore che mi sia capitata finora. Il locale si presenta come una macelleria con bancone con carni e salumi a vista. La zona tavoli risulta accogliente ed in stile osteria con piatti e bicchieri in ceramica tipica. Il servizio è stato lievemente trascurato inizialmente, ma i gestori si sono giustificati spiegando che il personale di sala era assente quel giorno. Tutto perdonato al momento dell’arrivo del cibo perché...ne vale davvero la pena! Già dalla scelta dei pezzi al banco avevamo notato la professionalità del proprietario che racconta la storia della sua carne con una minuziosità ed una passione che solo un vero artigiano è capace di trasmettere. Al momento del servizio poi diventa uno spettacolo per gli occhi guardare la tenerezza della carne che viene tagliata sul momento e messa in tavola. Abbiamo provato la Fiorentina ed una costata di manzo preparata in maniera speciale. Che dire...ogni morso è stata pura poesia. Cotture perfette e sapori al di là dell’umana comprensione. È stato anche carino che il proprietario ci abbia tenuto a scambiare due parole per spiegare nei dettagli i metodi di preparazione, frollatura, marinatura, cottura e filiera controllata dei pezzi. Ci ha tenuto anche a consigliarci un vino locale in linea con la politica di promozione del territorio dell’azienda. Ci tornerò al più presto per continuare ad innamorarmi di questo piccolo angolo di paradiso. Realtà del genere vanno incoraggiate e sostenute. Conto onesto ed in linea con la qualità eccellente delle materie prime
Visitatore4/5
09/01/2020
Consigliato da un collega del posto ,dopo una visita al centro storico,abbiamo scelto di cenare da Gianfrate La scelta è varia e vasta :ottimi gli insaccati fatti dal proprietario,buone le bombette in diversi gusti e la salsiccia ,ma la regina della serata è stata una costata con frollatura di diversi mesi ( anche se io l'avrei preferita meno cotta) Il vino della casa ,nonostante fosse locale,non ci ha soddisfatti pienamente Ci si può ritornare
Visitatore1/5
05/01/2020
Pessimo posto dove x e. 85 abbiamo mangiato in 2 adulti e 2 bambini due fette di carne prezzate ad e. 35 al kg (furbescamente esposte ad e. 3,5 all'etto e delle coste di maiale prezzate, solo sul conto, ad e. 25 al kg. Le fette di carne sembravano delle sole e cene siamo andati con la sensazione di essere stati truffati. MAI PIÙ
CHIUDI
CHIUDI