Vecchio Maneggio a Cellole: leggi le recensioni

Leggi le ultime recensioni riguardanti Vecchio Maneggio (Cellole).

Sluurpy aggrega i voti,valutazioni e recensioni dei principali siti di ranking per fornire ai suoi utenti la migliore panoramica dei ristoranti di loro interesse.

Visitatore4/5
13/09/2020
Location rurale come già fa pensare il nome del ristorante, servizio non dei migliori ma la carne è ottima, tagliata e pesata davanti a noi e cotta su di una grande brace molto suggestiva che fa pendant con l’atmosfera del ristorante, Ciccio il proprietario è una persona molto simpatica e disponibile staff non altamente qualificato ma del resto sono le pecche dei ristoranti a conduzione familiare. Alla fine ci siamo divertiti, lo consiglio a tutti quelli che amano la carne vogliono divertirsi tra amici e non hanno troppe pretese.
Visitatore1/5
12/09/2020
Credo che stiano rubando tante braccia all’agricoltura Meglio se cambiano mestiere Manca proprio l’ABC della ristorazione senza elencare il resto
Visitatore5/5
06/09/2020
Torniamo spesso in questo posto molto bello. Bellissimo il giardino e il barbecue spettacolare Gestori simpatici e a modo sempre disponibili Cibo ottimo e prezzi onesti
Giuseppe Giampiero B5/5
26/08/2020
Ristorante con grande scelta di carni. Proprietario veramente esperto dell'argomento, molto professionale ed esaustivo sia nella selezione delle carni per i clienti, sia nell'esposizione delle caratteristiche dei vari tagli offerti. E difatti la carne scelta era di grandissima qualità. Complimenti anche a tutto lo staff, gentilissimo e attento. Il prezzo assolutamente competitivo. Bravi ! Ciliegina sulla torta: il proprietario mi ha addirittura fornito il suo punto di vista circa la differenza di cottura tra pietra lavica e pietra ollare !
Visitatore1/5
19/08/2020
Prenotiamo in questo locale, arriviamo ma non ci accoglie nessuno fino a quando entriamo in un giardino con dei tavoli sparsi a caso e si fa incontro una signora che ci da il tavolo.... ecco, la nostra esperienza finisce qui. Siamo stati 15 minuti seduti, nessuno è venuto a chiederci se volevamo da bere o qualcos'altro, mentre il giardino si riempiva e tutti avevano subito pane e acqua e venivano prese le comande. A questo punto mi sono alzato ed ho chiesto spiegazioni e la signora mi risponde ridendo " M so' propr scurdat!!!" Arriva con 2 menù e dice "vi consiglio l'antipasto della casa, scegliete con calma che passo dopo!" Apriamo il menù per capire in cosa consiste questo antipasto e c'è scritto: " L' antipasto della casa contiene 12 portate diverse stagionali, chiedere al personale quali sono quelle del momento"..... Sono rimasto basito, ho chiuso il menù e ce ne siamo andati... Ah non abbiamo incontrato nessuno neanche all'uscita.
Visitatore1/5
12/08/2020
Vorrei fare la recensione ma non posso perché non ho mangiato. Dopo 2h 30 di attesa e numerosi tentativi di fare arrivare Ciccio al tavolo per l'ordine abbiamo deciso di andare via. Disorganizzato, inizia perdendo tempo spostando tavoli e portando posate quando dovrebbe organizzare le portate di carne essendo il vero collo di bottiglia dei ritardi accumulati dal ristorante. Un consiglio spassionato dopo 4 anni di frequentazione del locale:deve stare fisso dietro la brace e rispettare le comande ed il loro ordine senza svolazzare per i tavoli. In alternativa lui può proseguire nel fare l'uomo immagine ma prendesse un cuoco per sostituirlo.
Alfonso T5/5
19/02/2020
Ottimo locale antipasti della casa buonissimi, primi eccezionali e una carne spettacolare staff super accogliente
Visitatore2/5
20/12/2019
Siamo stati a cena in questo locale in 10 persone più 2 bambini. La carne di vitello e vitellone cotta al camino e poi sulla pietra lavica era buonissima e tenera però siamo rimasti molto delusi dal resto: una bambina di 5 anni è stata inserita nel conteggio dell'antipasto del totale di 90 euro ma non ne valeva assolutamente (verdure fritte, fagioli, prosciutto e alici fritte e cozze). La temperatura del locale era un po' bassa nonostante il grande camino il quale non riscalda tutta la sala e tra l'altro non funzionava la cappa quindi ci siamo affumicati tutti. Il totale con 2 litri di vino della casa e 6 caffe è stato di 330 euro. Mi dispiace perché ce ne avevamo parlato bene ma sinceramente noi non torneremo.
Visitatore5/5
26/11/2019
Ci siamo fermati per caso in questo ristorante di domenica a pranzo. Piatti molto abbondanti, e carne eccezionale, tenera. Prezzi giusti
Visitatore5/5
17/11/2019
Sono stata ieri sera per la prima volta in questo locale con altri 9 amici ed è stata la prima volta che tutti e 10 siamo rimasti davvero soddisfatti. Con solo 15 euro a testa (bibite escluse) si puó accedere ad un ricco buffet che comprende vari antipasti (pizze casarecce, arancini, fagioli cotti al pignato da gustare su crostini di pane fritto, bruschette con pomodori o salsa piccante, verdure (melanzane, zucchine, zucca e peperoni) fritte e grigliate, parmigiana di melanzane, zucchine ripiene, insalata mista, formaggi, salumi, ecc.), un primo piatto (che ieri sera era una pasta corta fatta in casa con pomodorini, scalogno, speck e castagne davvero eccezionale!) ed un secondo piatto di carne (pollo alla cacciatora che mi ha riportato ai sapori di una volta). Anche se eravamo pieni ci siamo fatti tentare dall'odore di carne alla brace proveniente dal grande camino a vista presente in sala ed abbiamo gustato una tagliata davvero ottima servita al tavolo su pietra lavica. Inutile dire che non abbiamo lasciato niente nonostante avessimo già mangiato tanto.Ottimi anche i vini che ci hanno servito. Da segnalare infine la cortesia del personale e del proprietario, persona gioviale ed attenta verso tutti i suoi clienti. Ci ritorneró volentieri
Visitatore5/5
14/11/2019
Locale ampio e brace a vista. Antipasti semplici (tanti formaggi particolari) e sfiziosi (fritti e frittate). Il gestore ci ha tagliato al momento da enormi pezzi di carne 2 costate, 2 lombate e 2 entrecote che grazie all'ulteriore cottura sulla pietra lavica sprigionavano un profumo stupendo e in più potevi scegliere il livello di cottura. Contorni abbondanti, vino della casa discreto, buoni anche i dolci. Servizio gentile e chef in sala per soddisfare altre richieste. Da ritornarci
Visitatore5/5
14/11/2019
Ci siamo ritrovati in questo locale scovato per caso tramite TheFork per festeggiare il compleanno di un amico. Locale rustico ma ideale per una cena del genere. Ci è stato proposto un antipastone della casa davvero abbondante, tra cui spiccava la frittata di cipolle, strepitosa. Per secondo abbiamo optato per una lombata ed una costata di danese..circa 4 kg di carne. Cottura perfetta, il filetto si scioglieva in bocca. A concludere dolci della casa, caffè e ammazzacaffe. Il tutto pagato con TheFork ha portato ad un conto incredibilmente basso, ma anche a prezzo pieno, visto quanto e come abbiamo cenato, lo consiglierei sicuramente !
Visitatore1/5
02/11/2019
Accoglienza 0.... Il signore che ci ha servito insisteva su cosa poter prendere... Un menú non c'era, piatti miserissimi, carne non con il grasso, ma di più!!! Non siamo riusciti a mangiare nulla di quei 2 kg di carne... In più ci ho rimesso una camicia piena di olio!!!!! Non ve lo consiglio e soprattutto un conto salato e siamo usciti di lì ancora con la fame!!!
Visitatore1/5
25/08/2019
Ingannevole l’insegna fuori su cui, tra i tanti appellativi, c’è scritto pizzeria. Di pizze però neanche l’ombra! Ma non fa niente... chiediamo il menù per ordinare a portar via e ci aiuta una ragazza molto cordiale (probabilmente l’unica) a cui chiediamo due semplici fritturine di gamberi e calamari e una porzione di patatine. L’attesa è stata di circa 50 minuti, in cui ci hanno lasciato attendere in una sala che si trova tra la cucina e la parte esterna dove erano occupati tipo una decina di tavoli... in questi 50 minuti sono successe cose assurde: camerieri che, percorrendo la strada tra sala e cucina, imprecavano scocciati senza vergogna, altri che discutevano tra loro come se noi non fossimo lì e alzandomi per chiedere se dovessi aspettare ancora ho visto un tizio in cucina che fumava tranquillamente una sigaretta. Spero vivamente di aver preso un abbaglio! Comunque sia è stata un’esperienza estremamente imbarazzante... nonostante il posto sia veramente molto bello, di fatti appena entrata ero entusiasta e stavo già programmando di ritornarci, la gestione è veramente scarsa e non c’è professionalità!
Visitatore1/5
19/08/2019
Sono stato con amici in questo ristorante il giorno di ferragosto. Per me è stata la prima volta in questo ristorante, ma sono certo che è stata anche l'ultima. So che non si può giudicare un ristorante in un giorno di festa con tanta affluenza, ma questa volta purtroppo devo fare questa recensione molto negativa. Il menù era fisso ed il numero dei coperti era ben noto al proprietario in quanto si è dovuto prenotare con largo anticipo. Nonostante ciò abbiamo avuto molta difficoltà a mangiare tutti contemporaneamente la stessa portata. Le erano bibite calde ed il personale sembrava improvvisato. Alcune portate erano completamente diverse da quelle descritte nel menu perché molto probabilmente il cibo non era abbastanza per tutti. Un vero peccato, perché i miei amici mi hanno detto che in passato hanno mangiato ottimi piatti di carne.
Visitatore3/5
18/08/2019
Al Vecchio Maneggio è il locale ideale per chi vuole trascorrere una serata fresca e informale. Consigliati i taglieri. Carne e contorni discretamente buoni. Il personale è alla mano e disponibile. Prezzi modici, anche se i costi dei vini siano un tantino alti. Da rivedere la pulizia.
Gianluigi M1/5
16/08/2019
Ristorante discreto a noi noto, ci eravamo già stati bene, proprio per questo, nonostante fosse il 14 Agosto avendo proposto un invitante menù ad un prezzo molto concorrenziale, avevamo deciso di dargli fiducia, nonostante sapessimo che in questi giorni è sempre meglio evitare i ristoranti. Anche perché, se è vero che c'è maggiore affluenza in questi 2 giorni, è altrettanto vero che, se sei del mestiere, sai che ti aspetta una serata importante nella stagione estiva che puoi programmare in tempo, con un numero di pasti predeterminato dalle prenotazioni e con lo stesso identico menù per tutti. Piatti e tempi gestibili se non hai voluto esagerare con i coperti che la struttura può recepire. Ma quello che alla fine è sembrato è che in cucina mancasse qualcuno del mestiere e che anche i camerieri fossero improvvisati (con una sola eccezione). Ma mi auguro per loro che questa sia stata tutt'un'eccezione. Cominciamo apparentemente bene con un giro di prosecco servito... ma guardi bene ed avevamo bicchieri diversi (ma chissenefrega dei dettagli..) ma era a temperatura ambiente e, per inesperienza (facendo la schiuma) ce n'è stato servito mezzo dito! Vabbè sciocchezze... Chiediamo del pane per i bambini e la risposta è "sta la!" indicando un altro punto del tavolo...vabbè sciocchezze, so' ragazzi! Dopo un bel po' di attesa (eravamo seduti tutti alle 9:00) arriva il prologo con un entré di 3 piccoli pezzi: una frittella, un crocchè di quelli piccoli ed una bruschetta tutt'altro che croccante...anche qui.. ci diciamo che ci rifaremo.. Ma quando arrivano i vini bianchi e rossi, tutti belli caldi, le cose cominciano a complicarsi... cercano di apparare servendoli in ampolle di ghiaccio ed acqua, che quindi non consentiva alle bottiglie di raffreddarsi (ma qui siamo a nozioni di fisica.. lasciamo perdere!). Il bello è stato che quando abbiamo detto che sarebbe stato meglio a questo punto bere solo il vino rosso, la candida risposta è stata: "aaah perché il rosso dite che mantiene meglio il freddo?"😳🤔! Anche qui inesperienza del servizio, ma direi peggio del ristoratore che non aveva tenuto in freddo il vino per tutti i commensali di cui conosceva il numero come dicevamo nemmeno per una sola parte visto che eravamo ancora ad inizio cena! Dopo un'altra ora arriva l'antipasto, ma solo per 6 di 26.. perché nel frattempo venivano serviti gli altri tavoli su base casuale! Anche qui i tempi ed il servizio erano belli e che andati! Al centro del piatto una pessima (per sapore e consistenza) fasolara e una poltiglia inguardabile di alici marinate.. nello stesso piatto anche "i monti" con 2 fettine dei più molto semplici di crudo, capocollo ed una sola di salamino piccante. Nel frattempo però, almeno i bambini venivano serviti, ma i secondi richiedono naturalmente la ns presenza per tagliare le cotolette tutte perfettamente come lo sanno essere solo quelle surgelate, ma questo non è il peggio perché i bambini sappiamo che non ci fanno caso (ed anche il ristoratore lo sa!), ma i piatti delle cotolette da tagliare erano stati poggiati su sottopiatti più piccoli e mezzi fondi! Quindi nel tagliare un problemino lo crei, chiedo al cameriere di prendersi questi sotto piatti che facevano traballare tutto e lui mi risponde "UÉ? Sono i sotto piatti devono restare!"! Avete letto bene"UÉ"!. Gli faccio notare le sue maniere e decidiamo insieme di lasciar perdere... Dopo non so più quanto tempo: arriva il ns primo primo: Ravioli di pesce... assaggio e, strana sensazione in bocca.. mi guardo intorno ed abbiamo tutti la stessa faccia stupita... e vedo che nessuno va oltre il primo morso, scrutando il piatto... allora con cortesia mi avvicino al proprietario e gli chiedo senza commentare, solo di assaggiarlo nella sua cucina. SABBIA. era banale sabbia. Si avvicina, si scusa e lascia i piatti lì, credendo evidentemente che bastino le scuse. Il secondo primo sono spaghetti arrostiti con po'di pomodoro, avvolti in una melanzana ed una fettina di mozzarella (o simili) quindi alla Norma, passabile... In tutto questo vengono nel frattempo scovate(?) da una cameriera 2 sole bottiglie di vino bianco! La salvezza solo per alcuni privilegiati che avevano contestato, a tavola però continuavamo ad essere 26! I 2 secondi successivi, uno di pesce ed uno di carne sono rispettivamente uno spada troppo secco e quindi duro ed un bocconcino di carne più morbido ma senza un pizzico di sale! (Non facciamo nemmeno più caso alle differenze con quanto prospettato dal menù) In compenso ci sono delle sfoglie di patate... morbide invece che croccanti! Credo sia stato il piatto più mangiato per fame ormai! Stremati dal tempo (a cui si allinea questa dettagliata recensione!) Rivolgiamo le attenzioni al piano bar.. fatto da un cantate non proprio di primo pelo (il che potrebbe anche essere letto come "con esperienza"), che prova a consolarci con qualche base di canzoni napoletane e con la bella voce della sua collega... ma va benissimo anche così perché sappiamo che in queste situazioni quando c'è la voglia di divertirsi, basta veramente pochissimo (ed anche questo, il ristoratore lo sa!). Sempre parte della scenografia, per veri carnivori intenditori, alle ns spalle troneggia alto un maialino intero poggiato sulla brace... un tantino impressionante per la platea sotto i 10 anni a cui abbiamo balbettato che poco prima non era certamente vivo ma era solo scenografico! Un po' macabro (questo il ristoratore non lo sapeva!). Arriva infine, vs le 2:00 del mattino frutta e dolce nello stesso piatto, che sono l'epilogo che ricorda il prologo dell'entré iniziale di soli 3 pezzi(!): una fettina di anguria, una di ananas ed un profiterol immangiabile, anche questo, noto, lasciato da da molti, nel piatto. Alla fine della serata, (durata un matrimonio!) il proprietario ci ha fatto un'attenzione a dir poco ridicola sul prezzo ma poco importa, credo che la lezione sia stata unica per tutti: "'o sparagn' (da noi cercato e dal proprietario applicato su tutto) nun è mai guaragn'!"🤷‍♂️
Visitatore1/5
16/08/2019
Eravamo un gruppo di 30 persone: unanime il giudizio estremamente negativo per accoglienza, cibo e temperatura delle bevande. In primis il menù proposto non ha avuto corrispondenza con le portate servite. Il pesce, un pessimo congelato, con sembianze di ectoplasma, era secco, puzzolente e sabbioso. Le pietanze di terra, approssimativamente cucinate, erano insulse. Le posate, servite solo su ripetute richieste. Le bevande sembravano riscaldate a bagnomaria, quasi a perpetrare il senso di tortura del convivio. Il dolce acido da vero attentato gastrico. Ciascuna pietanza, nella veste originaria servita, restituita intonsa. Né il proprietario, che era presente sulla scena del crimine, si è mai chiesto il perché del digiuno perpetrato x tutta la serata dalle diverse tavolate di ospiti. Dopo aver pagato una cospicua cifra, siamo rimasti a pancia vuota ma sicuri di non doverci sentir male. NUMCA MAS!!! Diffidate e scappate il più lontano possibile!
PAOLO S1/5
15/08/2019
E' vero che era il 14 di agosto sera ed era prevedibile che ci fosse molta affluenza, ci trovavamo tuttavia in un tavolo di circa 25 persone, prenotato da tempo e, ad onor del vero non c'è stato niente che andava bene. Piccolo consiglio al ristoratore: se la struttura non ce la fa, vale la pena di rinunciare a qualcosa e salvare la faccia in quanto trovare un nuovo cliente è difficile, perderne uno è semplicissimo, basta molto meno. Partiamo dal servizio: pessimo basta dire che nel chiedere una bottiglia d'acqua ci è stato detto di rivolgerci al cameriere biondo che non stava facendo niente; piatti e posate non sostituiti ai tempi con le portate, ti toglievano anche il piatto mentre mangiavi. E questo non è il peggio: l'antipasto che includeva delle alici marinate che per capire cosa fossero c'è voluto l'indovino un fasularo che quanto meno era aperto nel piatto almeno dalla mattina. Il primo erano dei ravioloni del tutto insapori e crudi accompagnati da cozze e cannolicchi veramente inimmaginabili. Per una serata normale, queste cose potevano anche essere adatte, ma, vista l'affluenza devo ritenere il menu (non era a la carte ma uguale per tutti) sia stato completamente sbagliato, limitandosi a cose più semplici certamente le cose sarebbero andate meno peggio
Visitatore1/5
15/08/2019
Premesso che eravamo giá stati ospiti della medesima struttura lo scorso anno e due anni fa, mangiando discretamente e venendo serviti in maniera attenta, complice la sera della vigilia di ferragosto e una compagnia numerosa abbiamo scelto di recarci ancora una volta presso il vecchio maneggio. Evidentemente siamo stati poco fortunati. Superata l’attesa iniziale e l’antipastino di fritti e bruschette (rivelatosi poi uno dei piatti migliori della serata) dopo una lunga attesa e un aperitivo a base di prosecco a temperatura pressoché ambientale, ci é arrivato l’antipasto della casa ( un misto di mare e monti) al cui centro troneggiava una fasolara. Peccato che nel menù inviatoci prima dell’evento si parlasse di ostrica gratinata.. Non fa nulla. Andiamo avanti Superata un’ulteriore attesa (erano ormai le 22.30) ci arrivano finalmente le prime porzioni di primi. Un tortello al ripieno di spada, con cozze e pomodorini. Aspetto invitante. Peccato che nel piatto di ognuno dei commensali ci fosse un’abbondante ed inaspettata porzione di sabbia, che rendeva il piatto ovviamente incommestibile. Il titolare del locale, dopo avergli fatto assaggiare la pietanza, si scusava, senza tuttavia neanche provvedere a ritirare i piatti. Si erano fatte ormai le 23 passate, e le prime famiglie con bimbi al seguito iniziavano a cedere. Dopo ulteriore attesa arrivava il secondo primo, un cannolo di spaghetti alla norma. Degli spaghetti al pomodoro saltati in padella con due fette di melenzana fritte e due pezzi di mozzarella poggiati sopra (la norma la ricordavo un po’ diversa). Ancora una lunga attesa ed ecco il primo dei secondi. Una sottilissima fettina di pesce spada, priva di sale, assolutamente dimenticabile. Il secondo secondo piatto (al menu un filetto avvolto nel bacon) si trasforma in un bocconcino di carne di maiale cotta troppo, senza bacon, con un contorno di chips di patate fredde e senza sale. Io non so se la serata di festa, e i tavoli pieni abbiano mandato in confusione lo chef, ma le pietanze OVVIAMENTE non erano neanche state assaggiate. Le bibite erano a temperatura ambiente. Esperienza da dimenticare
CHIUDI
CHIUDI