La Fornace a San Vittore Olona: leggi le recensioni

Leggi le ultime recensioni riguardanti La Fornace (San Vittore Olona). Sluurpy aggrega i voti,valutazioni e recensioni dei principali siti di ranking per fornire ai suoi utenti la migliore panoramica dei ristoranti di loro interesse.

Visitatore4/5
09/03/2019
Ieri sera abbiamo cenato presso questo ristorante, era da un po’ di tempo che non andavamo. Per quanto riguarda la qualità del cibo e la presentazione dei piatti nulla da dire, eccellente! Sull’ospitalità e accoglienza c’è molto da migliorare. Prima cosa, il servizio dovrebbe essere ospitale in ugual misura per tutti i clienti, non ci sono commensali di classe A e di classe B. E questo soprattutto quando non sai chi hai al tavolo infatti puoi avere un maresciallo che conosci, come puoi avere un cardiochirurgo (sottoscritto) che non conosci; il primo fa rispettare la legge, il secondo salva vite umane! se tutti gli ospiti vengono trattati in ugual modo eviti di fare figure facendo sentire alcuni inferiori (se così si può dire nel mio caso) rispetto altri. Secondo, la mimosa dovrebbe essere offerta a tutte le donne ospiti, non solo a chi conosci o consideri più importante; sbagliato pensare che la gente non se ne accorga, sono le piccole cose a fare la differenza. Infine se offri il degestivo questo dovrebbe arrivare, non che dopo l’ordine i clienti aspettano invano e quando se ne vanno non ti accorgi nemmeno della dimenticanza. Un veri peccato che all’ottima cucina dello chef Marconi non corrisponda altrettanta attenzione e cura da parte di proprietari e personale.
Maria Vittoria O5/5
04/03/2019
Avevamo descritto in termini molto positivi la nostra esperienza e i nostri amici hanno voluto verificare di persona . Ottima accoglienza, ambiente gradevole, sevizio inappuntabile. Ci siamo sentiti " coccolati " . Le specialità servite sono state all'altezza delle attese ed i nostri amici sono rimasti soddisfatti e ... torneranno. Ecco il Menù de l Buon Ricordo: - Amouse-bouche e bollicine Il nostro benvenuto - Lonzino dii maiale affumicato al faggio con insalata di farro e caprino Amaltea - Gnocchetti di patate e zucca con ragout di coniglio e broccoli - Reale di manzo CBT " Scuola Agraria Ferrazzi e Cova " con spuma al Montebore - Michelaccio con gelato di castagne, cannella e miele con spuma di vaniglia - Caffè - Vino " Nero D'Avola2 2017 - Tareni le foto dei piatti sono quelle scattate al Convivio del 13 Gennaio
cristina n5/5
22/02/2019
Cortesia, professionalità del personale , locale raffinato ed elegante con cucina eccellente curata anche nella rappresentazione dei piatti Molto gradita anche la passione con cui il personale presenta i piatti a tavola. Consigliamo il menu' del buon ricordo, ottimo dall'antipasto al dolce ; apprezzabile l'antipasto di lonzino con farro e formaggio carprino , i ravioloni al tartufo nonchè il reale di manzo tenerissimo e bello da vedersi nel piatto insieme al bianco del formaggio ed al rosso del ribes ; non da meno il dolce ! buono il rapporto qualità prezzo Consigliato a tutti ..noi ci ritorneremo
Visitatore4/5
15/02/2019
Ambiente curato, elegante; personale cordiale e professionale; buoni spazi tra i tavoli. Cucina prevalentemente di pesce, con piatti non "dozzinali": abbiamo scelto la proposta 5 portate ed in ogni portata abbiamo sempre apprezzato un tocco personale da parte dello chef, sia che si trattasse di qualche aroma (lavanda con la capasanta) che di attenzione nella presentazione (alga marina a bordo piatto con le fettuccine). Lista dei vini coerente con il locale. Prezzi in linea con l'ambiente e la qualità del cibo: logicamente spostando di 25 km ed entrando in zona Milano, gli stessi menu sarebbero ben più costosi. Ci tornerò.
Visitatore4/5
03/02/2019
Ho lettole tripadv positice e sono andato. ho fatto bene a dargli retta poivhè il tutto era veramente buono
Visitatore1/5
20/01/2019
Sono stato pochi giorni fa a cenare con la mia famiglia in questo ristorante che conoscevo di nome e sono rimasto fortemente deluso. Prima di descrivere la mia delusione, do a Cesare quel che è di Cesare riconoscendo al servizio ed alla qualità delle materie prime dei piatti un giudizio tutto sommato positivo. La grossa delusione è stata nella esigua quantità di cibo in rapporto al prezzo pagato. Noi tutti abbiamo preso due piatti, chi antipasto e chi un primo come prima portata e tutti un secondo. Tenendo conto del prezzo medio degli antipasti e dei primi in circa 20€ e dei secondi 28€, le quantità portateci nel piatto non giustificavano assolutamente i prezzi in carta; Uno dei primi scelti erano delle pappardelle di farina andina con ragù di dentice, topinambur e spicchi di pomodoro; se non ci fossero stati questi ultimi il piatto si riduceva a n° 5 pappardelle con dei tocchetti di dentice e tobinambur lessato saltati in olio e nulla più. Anche concedendo il fatto che la pasta possa essere stata fatta in casa trovo il rapporto quantità/prezzo incredibilmente spropositato. Ma il meglio non ci era ancora stato servito; arrivano i secondi...e tutti siamo rimasti sorpresi delle ristrettissime porzioni di quest'ultimi. - Reale di Manzo cotto a bassa temperatura : porzione di carne che non avrà raggiunto i 100gr. - Ganassino di vitello cotto a bassa temperatura con purea di carote e sedano rapa : alla fine il piatto consisteva in due pezzetti di carne grossi all'incirca come due noci e due quenelle di purea fatto con cucchiaino da caffè. Tenendo conto di quanto descritto sopra e del prezzo pagato, se qualcuno mi chiedesse un consiglio su dove andare a cena o una mia opinione su il ristorante La Fornace, il mio giudizio non può che essere negativo. Allo stesso prezzo, senza andare troppo lontano, ci sono ristoranti che offrono la medesima qualità ed in alcuni casi superiore, con un rapporto quantità/prezzo molto più accettabile.
Agostino B3/5
16/01/2019
Abbiamo pranzato la vigilia di Natale in un ambiente tranquillo ma privo di addobbi relativi al periodo. Si è mangiato bene ma il servizio è stato freddo e compassato.
Visitatore4/5
05/01/2019
Ritorno con piacere in questo locale per una cena tra amici e riconfermo un giudizio assolutamente positivo sia sulla qualità della cucina, mai banale e caratterizzata da una costante evoluzione pur basandosi su prodotti il più possibile a km O e su piatti tradizionalmente del territorio. Abbiamo orientato la scelta sul “menù del Buon Ricordo”, nuova formula che dal 2019 l’Unione dei Ristoranti propone per divulgare e far conoscere non solo un piatto ma una tradizione gastronomica territoriale più ampia attraverso un percorso culinario completo. Ottimi i ravioli di farro e fagiano, a mio giudizio migliorati rispetto a qualche tempo fa, ottimo il reale di manzo cotto a bassa temperatura servito con una fettina di Montebore, saporito formaggio di nicchia prodotto nel basso Piemonte al confine con la Liguria. Il dolce potrebbe invece essere migliorato con qualcosa di maggiore struttura. Vini eccellenti in carta, con ampia selezione nazionale delle migliori etichette, tra le quali sono presenti anche produttori artigianali non avvezzi alla grande distribuzione ma di assoluto valore. Servizio eccellente, professionale ed attento. Complimenti e alla prossima visita.
Visitatore5/5
05/01/2019
Ottima cena in occasione della presentazione del piatto del Buon Ricordo punto menù ottimo, bilanciato come sapori e quantità di piatti. La nuova specialità è molto buona, presentata in un piatto molto curato. Servizio perfetto, personale disponibile, gentile e molto simpatici. Ottima serata tra amici grazie a voi
Visitatore5/5
24/12/2018
Pranzo alla vigilia di Natale , due portate ... fantastiche! Verticale di crostacei e risotto zucca e vongole! Indimenticabile ! Grazie a Simone che ci ha consigliato e complimenti allo chef Marconi .
Roberta R5/5
24/12/2018
Abbiamo festeggiato qui, qualche anno fa, il nostro matrimonio e ci siamo sentiti coccolati e a nostro agio, fin da subito, come in nessun altro posto: attenzione ai dettagli, alta professionalità e calore. Ognuna delle volte successive, l’ultima ieri a pranzo, eravamo quasi timorosi di intaccare il ricordo bellissimo della precedente occasione. E invece, siamo stati nuovamente sorpresi, nonostante le già elevate aspettative. Ottimi gli antipasti (calamaro con carciofi e il mare a 360 gradi), sempre eccellente il risotto, a chiudere un delizioso semifreddo all’amarena. Attento e garbato il commiato che i titolari e lo staff (invariato da anni), riservano ai clienti. A presto.
Visitatore5/5
18/12/2018
Ristorante eccellente in tutti i suoi servizi. Piatti squisiti e personale davvero cordiale e preparato a tutte le richieste. Sicuramente uno dei migliori che io abbia visitato. DIVINO.
Visitatore4/5
10/12/2018
Non mi aspettavo un'ambiente così elegante, pensandolo all'interno di un albergo. Ho mangiato bene .... filetto notevole (meno le salse accompagnatrici), cantina interessante ... la carta è modello tomo. Da tenere in considerazione, il costo è giusto ..... spendere un po di più quando si mangia bene deve essere a calendario.
Visitatore5/5
02/12/2018
Pietanze ricercate ed ottima presentazione dei piatti. Personale molto gentile, disponibile, ma soprattutto preparato. Lo Chef Vincenzo Marconi ed il suo staff, mi hanno fatto fare una gran bella figura con i miei ospiti. Lo consiglio a chiunque voglia trascorrere una piacevole serata, sia che si tratti di una cena d'affari, o di una cena con la propria famiglia, ma anche in compagnia di amici. Ambiente accogliente e molto elegante. Il top nei dintorni di Legnano. Complimenti
Visitatore4/5
30/11/2018
Soddisfatissimi! La mia scelta: menú della salute nuova versione. Ottimi piatti ,che appagano oltre il palato anche gl’occhi! La prossima volta però , seguirò il consiglio dello scheff “ Marconi” e mi affiderò alla sua proposta di menú : carta bianca . Ottimo il servizio , personale attento e gentile!
Visitatore5/5
26/11/2018
Posto molto accogliente, personale molto disponibile, menù ampio e vario, proposte per business lunch interessanti. Che dire.......una sosta è d’obbligo.
Visitatore4/5
26/11/2018
per una cena veloce abbiamo deciso di ritornare in questo ristorante. domenica sera con scarsissima affluenza ( ma dicono che è normale ) .servizio e cortesia del direttore e personale perfetti. ti fanno sentire subito a tuo magio ( forse perché eravamo clienti ). inizio con qualche stuzzichino di pesce e un buon flute di prosecco. buoni. poi abbiamo deciso di ordinate acciughe su letto di pomodori e acciughe solo con crostini e butto. ottime. tagliatelle con tartufo ( dicono ottimo ) e uovo centrale e tagliatelle senza tartufo ma sempre con uovo sopra. devo dire che il piatto é ottimo e leggero. altri hanno assaggiato il rombo o filetto. frutti di bosco discreti ma per terminare un piattino di..dolcini. squisiti, con bicchiere di prosecco. ottimo vino rosso: dolcetto cantina marchesi di barolo. inutile alcun commento. si deve solo gustare. il locale è bello, accogliente. parcheggio facile. forse l'unica pecca potrebbe essere il prezzo, abbastanza elevato ma adeguato alla cucina. servizio di bicchieri e piatti molto bello. certamente non è un locale da tutti i giorni.
Visitatore1/5
25/11/2018
Non posso dire di aver mangiato male, ma rapporto qualità prezzo assolutamente ingiustificato. È sicuramente non regge il confronto con altri ristoranti del milanese dove a pari prezzo si mangia meglio ed anche ...con più sostanza! Per di più trovo inaccettabile anche la logica per cui se vuoi mangiare il menù della casa del giorno...o lo mangia tutto il tavolo oppure ...devi ripiegare sul menù alla carta. Ovviamente con prezzi spropositati Mai più Giorgio
Visitatore1/5
15/11/2018
Ho prenotato un tavolo per una cena con un amico straniero poiché di solito utilizzo per lavoro questo ristorante, un antipasto un secondo un contorno a testa e mezzo litro di vino (in bottiglia 24 euro) 130 euro!!!!!! incredibile e mi hanno fatto puro lo sconto. Incredibile a mai più PS qualità standard non per 130 euro
Visitatore1/5
11/11/2018
Spinti dalla positive recensioni prenotiamo un tavolo per 2. Decidiamo di affidarci allo chef ed optiamo per la carta bianca: un menu di 4 portate compreso dolce ed antipasto. Il pre-antipasto che ci viene premesso a base di lumache è in realtà una pizza rustica di verdure. Facciamo notare la cosa e per scusarsi ci portano le lumache. Piene di sabbia, ma ce le portano. L’antipasto è un’insalata cruda di porcini, carciofi e scorzone.. il tartufo c’è ma è impercettibile. Andiamo di primo.. ancora porcini, scorzone e tagliatelle.. il secondo è tagliata con ancora porcini... Insomma un menù di soli porcini che, ad averlo saputo, non avremmo dato carta bianca. Questa è la tipica cena che non ti aspetti in un locale che si atteggia ad esser di buon livello. Non si può proporre un menù con un solo elemento declinato..... Un pericolare è il dolce! Il dolce non lavorato, un cachi con sopra la panna (messo in un bel bicchiere) 110 euro assolutamente buttati. Non si possono avere prezzi e pretese da ristorante di livello ed atteggiamento da osteria. Pietoso.