Ristorante La Veranda At The Four Seasons Milano a Milano: leggi le recensioni

Leggi le ultime recensioni riguardanti Ristorante La Veranda At The Four Seasons Milano (Milano). Sluurpy aggrega i voti,valutazioni e recensioni dei principali siti di ranking per fornire ai suoi utenti la migliore panoramica dei ristoranti di loro interesse.

Visitatore2/5
05/10/2020
Location notevole, in pieno centro, e accoglienza attenta ma al ristorante ci si va per mangiare e qui siamo clamorosamente sotto le attese, specie in relazione al prezzo. Piatti banali, poco saporiti e servizio mediocre
Visitatore1/5
30/09/2020
Purtroppo la cena alla Veranda è stata una delusione assoluta. Non uno dei piatti del menu era all’altezza. Devo scendere in particolari? Astice alla catalana praticamente senza astice, in realtà una triste insalatina con una maionese che doveva essere allo zenzero in realtà sembrava banale calve’. E che dire dei bigoli ai funghi degni di una trattoria per camionisti in Val Seriana. A seguire filetto fuori cottura e mousse al cioccolato da mediocre pasticceria industriale. La carta dei vini banale, con ricarichi da denuncia. Servizio approssimativo, senza cura, ne’ garbo, sia nell’accoglienza che a tavola. L’unica cosa carina, la serra con vista sul bellissimo chiostro.
Visitatore4/5
12/05/2020
Posto unico, la location e’ spettacolare e di unica eleganza. Non è il migliore ristorante di Milano, un po’ turistico ma ne vale sicuramente la pena per la location, magica. Ottimo il servizio.
Visitatore4/5
05/03/2020
Sono stata in questo magnifico ristorante con il mio compagno la sera di San Valentino...beh che dire?! Menù fisso in vista della serata (ma c’era anche alla carta) pensavo si trattasse di un posto bello dove poi non mangi nulla, invece le portate erano ricche non esagerate molto particolari e il tutto servito in un’atmosfera davvero da favola! Siamo stati serviti da ragazzi giovani in gambissima educati disponibili e gentili! E’ stato davvero un San Valentino pieno di magia! Al di là dell’occasione lo consiglio vivamente la vista e il contesto fanno da cornice ad un’ottima accurata e deliziosa cucina.
Visitatore3/5
02/02/2020
A mio modo di vedere non in linea con il livello che si attende all’interno di un Four Season. L’aspetto migliore è il servizio attento e disponibile, assolutamente positivo. Il locale, pur piacevole ed in una location unica nel cuore del quadrilatero, necessiterebbe di un restyling deciso (siamo fermi agli anni 90) Probabilmente l’atmosfera del giardino è senz’altro migliore ma d’inverno la veranda andrebbe aggiornata La nota negativa è la cucina non assolutamente all”altezza. Ho preso un piatto classico milanese (ossobuco con risotto) molto deludente nonostante il costo non giustificato di Euro 50 per il singolo piatto. Serve più qualità per essere in linea con le attese, il marchio ed i costi connessi
Visitatore4/5
03/01/2020
Quando si va in montagna durante le feste non si può mancare di passare da Milano al ritorno. Si scende al Four Season per il pranzo e magari ci si pernotta prima di rincasare. Ottime pietanze. Il risotto alla milanese con ossobuco è veramente eccelso. Costoletta all’altezza. Carta dei vini ok. Non do 5 stelle per i prezzi dei vini, che da qualsiasi parte del mondo dovrebbero essere più contenuti, sia nei 5 stelle che negli ostelli. Servizio ottimo.
Visitatore2/5
07/12/2019
Siamo andati perché incuriositi dalle recensioni sugli addobbi da chalet montani . Abbiamo pranzato nella veranda risotto con ossobuco non caldo sapore non gradevole carne filacciosa , personale simpatico ma piu all’altezza di una trattoria che di un 5 etoile ( ci e’ stato chiesto se fossimo “pieni “....) abbiamo iniziato a pranzare senza tovaglioli e il vino ci è stato versato a metà pranzo. Solo il conto e’ stato da 5 stelle
Visitatore5/5
07/12/2019
Pranzare qui alla Veranda del Fourseasons da subito una grande tranquillità affacciandosi al chiostro interno. Una piccola oasi tranquilla nel centro di Milano Servizio e cibo all’altezza dell’hotel. Consiglio per una pausa pranzo tranquilla e piacevole
Visitatore2/5
06/11/2019
Ogni volta che torno a Milano... Adoro passeggiare nel quadrilatero della moda. Ma quando dobbiamo decidere dove mangiare è sempre un terno al lotto. Milano è molto turistica e i locali nel centro... Non offrono una gran qualità. Provati tanti... Da Pek a Cracco... Allora abbiamo pensato al four season hotel cinque stelle dove alcuni clienti hanno soggiornano. Locale bello Aperitivo non all'altezza.. Due Franciacirta e uno spritz accompagnato da noccioline mandorle e olive.. Banale per un totale di 70 euro Ci aspettavamo un ristorante da cinque stelle lusso... Delusissimi Servizio molto buono Ma il cibo... Imbarazzante Riso alla milanese con ossobuco 55 euro al piatto... É arrivato tiepido e colloso e aveva un sapore poco gradevole le linguine con vongole e bottarga.. Insapore l'unico piatto buonino i rigatoni con cinghiale, però erano troppo cotti.. Insomma il posto è veramente grazioso e tranquillo il servizio molto buono ma il cibo no. Molto delusi.
Visitatore1/5
22/10/2019
.. ero affezionata a questo posto ... ho deciso di provare il menu vendemmia, dopo che ero gia stata da Berton, Bulgari, ed altri grandi... tanti errori, troppi ... senza neanche un menu scritto dedicato e sorpresa finale ... 5€ di coperto?? L'unico che ha fatto questo scivolone....sono diventati un posto qualsiasi per turisti, subito pronti a promuovere i loro servizi ma dimenticandosi completamente di coccolare il cliente ... DELUDENTE.
Maximilian G5/5
10/10/2019
Sono tornato in questa terrazza unica accolto da personale tutto all'altezza...grande ossobuco con riso....accompagnato da vino ligure Suuuuuuper. ..baba'importante.....intelligente la scelta di proporre vino moscato Saracco....bravo il cameriere Federico.....Tutto ineccepibile in un ambiente UNICO.
Visitatore5/5
06/10/2019
Questa vita è davvero stressante e imprevedibile e per superare alcuni momenti “particolari” bisogna ritagliarsi un po di tempo per stare con le persone che meritano e trascorrere una piacevole serata in un luogo ameno , elegante e raffinato che sappia rapirti con il gusto ... Ecco allora che ho voluto passare una bellissima serata in questo incantevole ristorante all’interno del Four Season di Milano Ho approfittato dell’ infinita gentilezza di Simone Gottardi per farmi coccolare in questo stupendo ristorante e ringrazio lo chef Fabrizio Borraccino per avermi inebriato con la sua fantastica cucina ... come direbbero i francesi ... “Superbe” 😉 La scelta è stata difficile ma alla fine mi ha attratto l’uovo in camicia e tartufo con cicoria selvatica... ottimo piatto ben equilibrato con giusta cottura dell’uovo che ha mantenuto intatta la consistenza del tuorlo ... morbido e avvolgente in bocca con la cicoria che rendeva accattivante il sapore , forte e deciso ma allo stesso tempo delicato al palato ... bravo Chef !!! Sono passato al primo con un risotto gran gallo , anche qui tutto perfetto , giusta mantecatura ma non troppo intensa , quel giusto di amido che avvolge , lega ... ma non incolla e ovviamente un riso perfetto con chicco integro croccante in bocca e ben definito nei sapori ! La mia ospite ha potuto apprezzare un risotto ai frutti di mare degno del nome !! Bravo Chef ! Hai fatto diventare la nostra serata un emozione indimenticabile! E grazie a Simone che come sempre sa come accogliere gli ospiti in modo ineccepibile! Tornerò sicuramente in questa oasi di piacere ed eleganza nonché di raffinata cucina!! A presto
Visitatore2/5
30/09/2019
A Milano, quando si parla di lusso, il Four Seasons viene spesso menzionato. Abituati dei grandi ristoranti milanesi, abbiamo voluto provare La Veranda, il ristorante del Four Seasons. Il posto è piacevole, anche se c’è di meglio a Milano: terrazza e veranda ben arredate, con uno spazio sufficiente fra le tavole. Staff cortese e abbastanza bravo, ma non possiamo qualificare il servizio di perfetto, visto che si sono dimenticati di un paio di domande nostre. Quindi, direi professionalità buona ma non ottima. Poi, ci sono i piatti. Abbastanza classici, ma l’esecuzione soffre di una ovvia mancanza di finezza. Non è male, ma è tutto un po’ pesante, senza raffinatezza, ne creatività. Al di là delle scelte di abbinamento che non mi sono piaciute (questo è affare di gusto quasi personale), ho veramente percepito una mancanza di padronanza tecnica. Vale la metà del prezzo fatturato. In assoluto, avrei dato un 3, ma siccome a Milano si può mangiare davvero molto meglio per i stessi euro a persona, do un 2.
Visitatore3/5
10/09/2019
Che il Four Seasons sia meraviglioso lo sanno quasi tutto, atmosfera, servizio, dettagli. Non mi ha convinto invece la cucina del ristorante La Veranda. Non solo a me ma anche alle mie figlie. Risotto decoroso ma non ho apprezzato il maialino e neppure l’uovo con tartufo. Il prezzo si potrebbe accettare se i sapori ti lasciassero con il palato soddisfatto. Riguarderei il menù offrendo piatti con più corpo e più carattere.
Visitatore5/5
10/09/2019
Incuriositi dall'arrivo del nuovo chef ci siamo recati a La Veranda per cena e che dire..un'esperienza davvero bellissima. La location è strepitosa, nel chiostro dell'hotel con un'atmosfera romaticissima. Ma passiamo alla cena, nei piatti si sente la grande ricerca per materia prima, piatti equilibrati, ben pensati ed soprattutto ben fatti. Abbiamo assaggiato le animelle, l'uovo con il tartufo, gli spaghetti con granchio e scorfano, i tortelli di anatra (libidinosi), risotto con piselli e robiola, il maialino cinturello orvietano e l'agnello del centro italia.. Top Top Top.. complimenti davvero! Ritorneremo sicuramente
Visitatore1/5
09/09/2019
ho pranzato per lavoro il 6 settembre come molte altre volte, per semplicità scegliendo il business lunch. si tratta di un menu assolutamente non all'altezza del luogo e dei prezzi applicati. nel mio caso, si è trattato di una carpaccio di carne (buona) completato da pomodorini freddissimi appena presi dal frigo e soprattutto da rucola buttata su alla belle meglio, con gambi che ridicolmente si protendevano dal piatto. per il secondo piatto, ho scelto il pollo ficatum con ratatouille di verdure. il pollo buono ma nulla di eccezionale, la ratatouille era lontana dai profumi e sapori provenzali, erano in realtà peperoni e cipolle stufati. insomma, pagare 50 euro per carpaccio e rucola presa dal sacchetto, e pollo e peperoni, mi sembra esagerato. Servizio attento ma un po' affannato. CAMBIATE IL CUOCO NON VA BENE COSI!
Visitatore4/5
04/09/2019
Se si vuol vivere dentro un atmosfera ormai passata mangiando delle prelibatezze che soddisfano il palato e deliziano la vista,questo è il luogo giusto, nulla da eccepire a parte il personale troppo distante dalla realtà anche se gentile ed educato.
Visitatore4/5
01/08/2019
Il primo impatto entrando nel ristorante è ritrovare intatto quell'ambiente elegante che soprattutto in Spiga e in Monte Napoleone di bellezza t’annega ed è di ispirazione. Pianoforte in sottofondo arredamento gentile vista a tutto tondo sul bellissimo cortile. Servizio impeccabile professionale e attento, atmosfera amabile per ogni accorgimento. Menù più che completo, che gioca tra terra e mare non troppo classico e bieco, ogni piatto tende a osare: la barbabietola ammanta -l’accostamento pare strano- il carpaccio di capasanta con caviale nostrano e il rombo scottato in crema di piselli è sì ben mantecato con crema d’ovo e toscanelli. Persino il merluzzo di sapor poco deciso è arricchito da uno spruzzo di germogli e di miso. Se i secondi son ben fatti e ben equilibrati vi stupiranno i primi piatti, classici ma ricercati: cacio e pepe con gamberi nei rari Cavatelli astice e fagioli per gli Scialatelli; particolare il risotto con pesto di pino mugo e, se dei classici sei ghiotto, ravioli del Plin con ossobuco. Non per essere allarmista ma il conto è un po’ salato, come anche i vini in lista: meglio che tu sia avvisato. Un ultimo esposto e poi non parlo più: non lasciare questo posto senza provare il Tiramisù! #lerecensioninrima
Visitatore5/5
02/07/2019
Come quasi sempre... decisione l’ultimo minuto. Cena in giardino, nel centro di Milano, iin una magica atmosfera lontano dall’eco del Frastuono folkloristico del Gay Pride. In coppia desideroso di un momento di relax dopo una settimana lavorativa molto intensa, resa più stancante dal caldo torrido di questi giorni. Inizialmente più desiderosi di relax più che di mangiare, rimaniamo incuriositi dal menù estivo. In particolare val la pena di provare i bottoni .. di che cosa ? Scopritelo di persona.. magari accompagnati da un buon bicchiere di vino rosso. Un ultima nota: da sottolineare la gentilezza ed efficienza di tutto il personale e del sommelier in particolare
Visitatore4/5
29/06/2019
Sono stata qui a cena con famiglia ed amici e abbiamo cenato in giardino, bello e raffinato. Servizio attento e gentile, mai invadente. Il menu si presenta interessante, ma purtroppo alcuni piatti non sono all’altezza del posto, sia nel gusto, che nell’impiattamento. Siamo al Four Seasons, non dimentichiamocelo. Nel complesso l’ambiente è molto curato ed elegante, davvero magnifica l’atmosfera.
CHIUDI
CHIUDI