Ratanà a Milano: leggi le recensioni

Leggi le ultime recensioni riguardanti Ratanà (Milano). Sluurpy aggrega i voti,valutazioni e recensioni dei principali siti di ranking per fornire ai suoi utenti la migliore panoramica dei ristoranti di loro interesse.

Visitatore3/5
20/02/2020
Il posto in cui si trova questo ristorante è molto bello, inserito nel cuore di una nuova Milano tutta da visitare, tuttavia le aspettative sono state davvero deluse. Dire che i piatti rispecchiano la parvenza estetica del locale non sarebbe onesto, i gusti e gli abbinamenti non sono stati un granché, e mi sono sentito completamente preso in giro sia per il vino rosso pugliese, assolutamente di pessima qualità e quasi aceto, che per un secondo in cui dovevano essere presenti i capperi di Salina ma in realtà erano capperi normali. Purtroppo sono un pugliese che trascorre le sue vacanze alle isole Eolie, quindi entrambe le disattenzioni mi sono immediatamente balzate al gusto. Sarò stato sfortunato, ma non ci tornerò e nemmeno lo consiglierò.
Visitatore4/5
16/02/2020
Zuppa di ceci e lenticchie - uovo in camicia con erbe - assaggio di formaggi - semifreddo pistacchio e finocchio. Cena di lavoro tra amici. Servizio ottimo, personale competente. Possibilità di sommelier. Hanno pietanze ricercate e piatti studiati con cotture varie. Presentazione dei piatti moderna e di impatto. Prezzi medio/alti alla portata di tutti, in linea con i piatti presentati. Ci tornerò sicuramente!!!
Visitatore4/5
13/02/2020
Sono stato al Ratanà per una cena di lavoro. Il locale si presenta molto bene, inserito all’interno di un contesto rilassante e curato di una villa liberty nascosta fra i meandri di Garibaldi, alle spalle di piazza Gae Aulenti. Veniamo accolti all’interno del locale molto cordialmente e quasi subito ci fanno accomodare, ma non prima di averci offerto delle bollicine. Tutto è curato nei minimi dettagli. Veniamo al menù: tutto è tipicamente lombardo/milanese e ricercato e rivisitato in chiave moderna nonché proveniente dalle zone limitrofe. Prendiamo un antipasto di formaggi con mostarda e miele “nutelloso” tutto fatto dallo chef. Davvero buono come anche il pane e i grissini. Prendiamo del vino rosso e ordiniamo dei primi: due risotti con ossobuco e un risotto al radicchio e trota (se non ricordo male)... ad ogni modo incredibile il sapore, l’impiattamento e anche le quantità non sono quelle che vi aspettate da un ristorante di questo tipo. Sono piatti che saziano. Usciamo e prendiamo il dolce fuori accompagnando con un digestivo. Si può sostare tranquillamente all’esterno nonostante sia inverno perché il ristorante è dotato di lampade riscaldanti e coperte di lana. Eccezionale! Il conto rispecchia esattamente ciò che la cucina propone. Consigliatissimo. Consiglio la prenotazione perché la richiesta è elevatissima. In merito a quanto detto mi sento di spendere un’unica nota negativa per onestà intellettuale: un cameriere più volte ci ha sollecitato a scegliere qualcosa sul menù perché il tempo a nostra disposizione era poco a seguito di una imminente prenotazione; dopodiché ci ha dissuaso da scegliere altro sul menù per lo stesso motivo. Ci ha messo un po d’ansia ma d’altronde è stato serio rispetto alla filosofia del ristorante e alle successive prenotazioni.
Visitatore2/5
12/02/2020
-Location: piuttosto banale a mio avviso, vuole apparire come un locale alla moda, con sedie alquanto scomode. - Personale: nella norma sicuramente nulla di eccelso. - Cibo: piuttosto deludente. Eravamo in 4, e abbiamo scelto portare tra cui risotti, polpette, battuta di fassone. Tutte le portare raggiungevano la sufficienza, ma da li non si discostavano. Ridicolo che per avere la cotoletta bisogna prenotarla 3 giorni prima. Non ha senso. -Qualità/prezzo: eccessiva. 35 euro a testa (in 4). A pranzo, per una portata sola a testa, niente vino, niente dolci. - Epilogo: da evitare. Spesa eccessiva per un posto che non ha nessuna ragione per cui andare.
Visitatore2/5
12/02/2020
Grossa delusione! Personale molto scortese e poco accogliente. A fine cena sono arrivati a ripetizione i camerieri per chiedere se si desiderava altro e poi dopo mi hanno chiesto di alzarmi Per non parlare del fatto che quando mi hanno portato il giaccone uno dei camerieri ha alzato la voce dicendo all’altro che quella era il suo giaccone Conto della cena 150€ in due con un vino mediocre da 40€ che era tra quelli consigliati. Anche il cibo è stata una delusione soprattutto i secondi (baccalà mantecato e fagiano) Antipasto e primi buoni invece ma avevo aspettative molto più alte. Per quella cifra a Milano ci sono ristoranti e trattorie dove si mangia molto meglio Non mi rivedranno mai più perché se spendo 150€ mi aspetto quanto meno di trovare personale accogliente Difficilmente ci tornerò
Paola D3/5
11/02/2020
buonissimo l'ossobuco, devo esser sincera mi piace moltissimo venire qui ma oltre l'ultima volta il vino lasciava a desiderare e il cameriere ha lasciato intendere che non ne capiamo nulla...purtroppo con me al tavolo c'era un sommelier.... sicuramente da riprovare e rivalutare
Visitatore2/5
05/02/2020
Ristorante dove assolutamente non tornerei e' che fortemente sconsiglio , pessimo il risotto con l'ossobuco,, la qualita' era veramente al limite, discreto il servizio le note liete finiscono qua', conto per questa qualita' improponibile. La prima, l'unica e l'ultima.
Visitatore2/5
02/02/2020
Neanche l’osso buco di ratanà e più quelli di una volta.. Peggiorato nella sostanza cottura e porzione Non mangiato riferito al cameriere e poi uno sconto di 5 euro come presa in giro
Visitatore5/5
27/01/2020
L'eccellenza di questo ristorante è nella sua location unica. Per chi conosce la zona è facile spiegarlo. Per chi non la conosce, è arduo, ma ci proverò. Immaginate la Milano dove svettano i grattacieli più famosi della città, da quello Unicredit a quelli della Regione ai Boschi Verticali. E immaginate, in mezzo a tutti questi, il resistere di una piccola casetta antica che pervicacemente sopravvive alla riorganizzazione urbanistica dell'area. Una piccola casetta antica, ancora a mattoni, con tanto di giardinetto. Ebbene: il ristorante è ubicato proprio lì, in quel minuscolo frammento di storia, nel bel mezzo dell'esplosione di tanta modernità. Si mangia a piano terra e dalla finestra si vedono svettare verso l'alto i grattacieli. Bellissimo, specialmente di sera. Per quanto riguarda il cibo e il servizio ci siamo trovati bene. Risotto tradizionale con il midollo ottimo, tagliolini ai cardi anche, ma squisitii in particolare modo i due antipasti, ovvero l'uovo della selva e la trota. Consiglio caldamente a chi mi legge di prenotare da Ratanà il primo turno e di arrivare puntualmente per le 19.30. Solo così davvero si capisce a fondo l'insieme! A quell'ora non c'è ancora nessuno, la sala e il personale sono tutti per te, l'atmosfera è raccolta, quasi privata, e la cucina lavora solo per i piatti che avete ordinato tu e i tuoi commensali, con tempi d'attesa e risultati a cui non si può trovare un difetto ... Ascoltate il mio consiglio e non ve ne pentirete!
Visitatore2/5
21/01/2020
Dopo essermi documentato riservo un tavolo. Il locale esternamente è molto bello e di impatto. L'interno presenta tavoli vicinissimi , nel mio caso 20 cm da quello vicino. Rumore interno assordante e con difficolta' riesco a discorrere chi mi accompagna. Carta dei vini importante ma non aggiornata , mancano bottiglie e nel mio caso invece dell'annata 2017 è stata portata la nuova del 2018. Visti i ricarichi importanti sul vino e la possibilita' di acquisto degli stessi andrebbe data la giusta considerazione a questo aspetto. Buono il carciofo , buone le acciughe , insignificante il taglierino era un pastone , per niente gradita la tartare di fassona , troppo aceto , per correttezza è stata tolta dal conto. Buono il dolce. Prezzi alti giustificati da una sala diversa spazi consoni e servizio adeguato non allo stato attuale. Avrei voluto trascorrere una serata mangiando 2 buoni piatti in un ambiente non assordante lasciando una recensione positiva. Peccato!!
Maria Angela G5/5
20/01/2020
Piacevole scoperta di un angolo delizioso in una Milano che non conoscevo. Personale gentilissimo attento nel dare utili suggerimenti nella scelta di un accurato menu con piatti classici e rivisitati della vecchia Milano. Tutto eccezionalmente buono dai gradevoli assaggi iniziali ai dolci.
Visitatore4/5
19/01/2020
Molto piacevole la location in una palazzina liberty. (Non conoscevamo Rataná). Gentili, particolari, i camerieri. Proposta di menu del giorno meravigliosamente cucinato e ben presentato, a prezzo veramente ragionevole. Il resto é più caro, ma da un paio di assaggi ne vale la pena. Si sta bene, anche con la sala piena é solo gradevolmente rumoroso. In questo ex scalo ferroviario, con un’ottima cucina milanese, ci si sente proprio al centro di uno dei quartieri milanesi più europei, l’Isola.
Visitatore2/5
19/01/2020
Questo ristorante si trova in zona isola vicino a piazza Gae Aulenti, premetto che al momento della prenotazione ci hanno fatto scegliere in quale turno volevamo cenare e questo a mio parere è una nota di demerito e di poco rispetto nei confronti del cliente. Visto però che ci incuriosiva perché siamo cultori della cucina milanese, abbiamo accettato di cenare al primo turno. Il locale è carino, non ha molti coperti, il cibo è discreto ma nulla di speciale. Da tavola si intravvede la cucina e purtroppo si vedeva anche una ragazza impegnata in cucina che si ciucciava le dita e si toccava i capelli ...... quindi complessivamente il mio voto è basso e non lo consiglio
Visitatore4/5
16/01/2020
Ristorante in un bel contesto, concept moderno ma cucina tradizionale. vado apposta per il risotto con l'osso buco. super. Buona la carta dei vini
Visitatore5/5
14/01/2020
Locale situato in un vecchio edificio all interno del parco sottostante piazza Gae Aulenti. Scrivo perfetto per famiglie perché antistante un parco giochi recintato e dove, all' interno di un locale non grande, un intero tavolo è dedicato a giochi per bimbi. Detto questo anche in coppia va bene perché caldo, accogliente e per niente rumoroso. Ottima cucina a prezzi non bassi ma in linea con quelli usuali milanesi. Da non perdere nelle giornate più calde visto che ha molti tavolini fuori prospicienti il giardino di cui sopra.
Visitatore5/5
13/01/2020
Se volete provare il risotto alla milanese non andate altrove. Le polpette meritano una stella. C’è anche la coca biologica.
Visitatore1/5
09/01/2020
Cercando un ristorante mi è capitato nuovamente il profilo del Ratanà, a fianco a casa mi, che purtroppo ormai mi riaffiora solo un gran ricordo negativo che vorrei condividere con Voi. Il 26 luglio prenoto una tavolata da 8 persone per cena. Iniziamo a chiede l’acqua e i menù. Il tutto ci arriva con molta calma. Ancora con molta calma ci prendono le ordinazioni antipasti, primi secondi e vino ovviamente. Prendiamo per iniziare un paio di bottiglie di bollicine di una cantina a noi nota perché di una nostra amica. Sempre con molta calma arriva la cameriera (tengo a precisare molto gentile, che si è scusata immediatamente) e aprendo la bottiglia, scoppia il tappo (probabilmente l’hanno raffreddata bruscamente o non so cosa sia successo) e una buona parte del vino finisce nella borsa di una nostra amica. Passato il momento di panico tragicomico, torna con la stessa bottiglia e noi gentilente chiediamo di cambiarcela (non parliamo di una super bottiglia, medio prezzo). La cameriera dice che deve chiedere alla direttrice del locale. Arriva la direttrice e in malo modo dice che lei non butta via il vino. Noi gentilmente spieghiamo che una buona parte era finita nella borsa della nostra amica e che almeno per correttezza poteva farci un piccolo sconto. Con toni arroganti, ribadisce che non è possibile cambiarla e che ce la teniamo così. Per educazione non abbiamo fatto scenate, abbiamo proseguito anzi... iniziato cena e continuato la serata bevendo ancora e mangiando fino al dolce. Al momento del conto nemmeno una scusa da parte sua, nemmeno un gesto, un piccolo sconto fino (e fidatevi eravamo 8 buoni mangiatori e buoni bevitori), anzi continuava con toni scocciati come se fosse colpa nostra! L’unica cosa che ho potuto fare è stato disdire una prenotazione che avrei avuto per la domenica successiva per 16 persone... forse ma dico forse si è resa conto del suo atteggiamento. Sicuramente hanno perso una cliente, anzi più clienti! Quindi ricapitolando Cibo nella media Costi medio alti Personale gentile La Direttrice ..... lascio valutare a voi.
Visitatore1/5
29/12/2019
Sono stato in questo locale nei giorni scorsi, location curata e dall'atmosfera informale secondo lo stile che ultimamente va per la maggiore nelle "trattorie metropolitane". Personale molto gentile e cortese, ma purtroppo poco preparato su che cosa viene servito dalla loro cucina. Per cena ed ho preso un menù degustazione, essendo stato consigliato che questo è il loro prodotto di punta, con 5 portate, dolce e vino (70€ per persona). Le 5 portate, nonostante il prezzo, sono 5 mini assaggini, buonini, ma per il prezzo pagato mi sarei aspettato qualcosina in più nel piatto oltre alle sole decorazioni... Culmine è stato il secondo composto da un triangolino 2x3(cm) composto dall'80% di grasso. Piatti tutti ben impiattati e con grande attenzione alla forma, ma davvero troppa poca sostanza, sono praticamente uscito con la fame! Ciliegina sulla torta è stato che nonostante avessimo segnalato da subito che mia moglie avesse una intolleranza (e lo abbiamo ribadito al cameriere), si sono dimenticati della nostra segnalazione e mia moglie alla fine della cena ha avvertito un malessere che ci ha rovinato la serata.
CHIUDI
CHIUDI