Ristorante Il Tino a Fiumicino: leggi le recensioni

Leggi le ultime recensioni riguardanti Ristorante Il Tino (Fiumicino). Sluurpy aggrega i voti,valutazioni e recensioni dei principali siti di ranking per fornire ai suoi utenti la migliore panoramica dei ristoranti di loro interesse.

Visitatore5/5
25/05/2020
Avevo prenotato per tempo un tavolo per tre persone, per lunedi 17 febbraio 2020. Grandi le aspettative, vista la fama dello chef Daniele Usai e la bellezza della location. Un'ora prima della cena prenotata, ricevo una telefonata dal direttore di sala che, costernato, mi avverte che a causa di un problema di corrente elettrica, per il quale ACEA non prevedeva i tempi di risoluzione, la cena rischiava di essere annullata. Interviene al telefono direttamente Daniele Usa, ancora più costernato del suo direttore di sala. Rimaniamo che avrei atteso fino alle 20,15 prima di annullare definitivamente e a malincuore la cena a "IL TINO". Ma...alle 20 via libera!! guasto riparato e la cena è salva. Poche parole per dire di una serata magnifica, cibo divino (un solo piatto dei 7 proposti dal menu degustazione ci ha poco convinto e lo abbiamo segnalato) servizio gentile, premuroso, mai rigido mai ingessato. A tavola grande allegria e grande soddisfazione. Rivolgo inevitabilmente un pensiero alla sindaca Virginia. Acea è una sua municipalizzata, vero? Dunque Virginia ha seriamente rischiato di avere sulla coscienza, oltre a varie catastrofi romane, anche la cancellazione di una cena sublime! Prenda esempio dalla seria, professionale competenza di tutto lo staff de "IL TINO"...vada a cena da Dainele Usai!!!
Alessio D5/5
21/02/2020
Abbiamo provato questo ristorante dello chef Daniele Usai con la curiosità di provare l'alta cucina di uno chef stellato. Alla fine siamo rimasti estasiati per il percorso gastronomico che ci ha fatto provare, con un equilibrio straordinario dei sapori basati su una materia prima di rara qualità e su una sapienza mai provata nella realizzazione e nella presentazione dei piatti. Un viaggio coerente, dall'inizio alla fine, in cui ci perdevamo tra i colori e profumi dei piatti, coccolati dalla professionalità e cordialità dei professionisti di sala. Veramente un'esperienza da provare perchè è impossibile condividerla con le parole. Peccato non aver avuto con me la mia reflex!!!
Visitatore5/5
09/02/2020
Superlativo. Un’immersione in gusti nuovi mai banali. Non è possibile descrivere l’esperienza affidandosi solo alla scrittura perché quello che ho trovato è stata una continua scoperta di sensazioni gustative ed olfattive che solo l’esperienza diretta potrebbe farle comprendere appieno. Tutto è curato nei minimi particolari, dall’accoglienza al servizio. Lo chef Usai si destreggia con disinvoltura nell’accostamento dei sapori, miscelandoli e creandone di nuovi, non esistenti in natura, con la sapienza di un esperto alchimista. Se a questo aggiungi la capacità di farti lasciare il ristorante con lo stomaco pieno, cosa rara in un ristorante stellato, allora direi che il Tino rasenta la perfezione gastronomica assoluta.
Visitatore5/5
08/02/2020
Un sabato a cena alla ricerca di una coccola..ecco cosa riceviamo ...un abbraccio...per i ns sensi...piccole attenzioni...mai invadenti.. Scegliamo il menù degustazione per avere l’ occasione di poter assaggiare e assaporare più cose. Lo chef Lele Usai ci delizia con le sue preparazioni stellari. Il tutto accompagnato da dell’ottimo vino. Un complimento particolare va anche al personale di sala. Alla prossima.
Visitatore5/5
12/01/2020
Da tempo volevo andarci e finalmente ci sono riuscito!!! Tutte le mie aspettative sono state pienamente soddisfatte. Daniele Usai è uno chef che ti fa entrare dentro il mare in tutto e per tutto, dal locale a due passi dalla foce del Tevere circondato da barche nel cantiere navale alle cime a cui sono legate le lampade per dare luce a questi grandi tavoli bianchi. Del cibo ho veramente poco da dire, conosco lo chef e mi a aspettavo questo : TOP! La cosa però che mi ha sorpreso di più è la squadra, la brigata....LO STAFF! Un servizio eccellente dall'inizio alla fine, curato nei minimi dettagli con un sommelier favoloso (Alba). Consiglio di provare questa esperienza a chiunque ami il mare e i suoi sapori.
Visitatore5/5
16/12/2019
Ancor prima di essere un talentuoso chef, Daniele Usai è una grande persona. Una persona con una grande umanità, una persona umile, con una grandissima conoscienza nel suo campo. Daniele è uno di quelli a cui ti devi affidare a occhi chiusi, affinchè lui e la sua brigata possano esprimere al meglio la sua idea di cucina. Una persona con tante, tantissime conoscienze del suo territorio, il mare. La sua cucina non è semplicemente “andare a mangiare pesce”, è un percorso studiato ad hoc. La sua cucina di grandissima qualità e ricercatezza esprime al meglio la sua concezione di “mare”. Materie di primissima qualità la fanno da padrone all’interno della sua cucina. Si ammira il profondo rispetto che Daniele ha per il mare, e l’ecosostenibilità, non solo pesci “nobili”, ma anche pesci “poveri”,lavorati in maniera straordinaria e con estro rendono ogni piatto un piccolo capolavoro, che all’interno del menù degustazione compongono un opera d’arte. Entrando nel suo ristorante (Il Tino), ci si sente subito a casa, si viene accolti da un personale di sala gentile e preprarato, attento ad ogni esigenza del cliente senza essere eccessivi. Il ristorante è curatissimo nei minimi dettagli, sembra di entrare in uno yacht con vista sul fiume. Che altro aggiungere... tra i migliori ristoranti di cucina di mare del centro Italia, sicuramente un posto da provare per trascorrere una serata speciale e portarsi dentro un bellissimo ricordo.
Marco M5/5
13/12/2019
Siamo stati ieri sera. Ambiente elegante senza eccessi. Staff di sala cordiale simpatico e preparato. Ottima carta dei vini. Abbiamo preso il percorso degustazione Boa 7 portate. Molto buone con picchi superbi nel pesce bandiera e nel souffle’ finale. Chef fantasioso e di grande talento. Unica piccolissima pecca, uno dei gamberi serviti non era stato eviscerato alla perfezione
Visitatore5/5
30/11/2019
Visitato un venerdì di novembre. Ambiente intimo, altissima professionalità gusti raffinati ed unici, se cerchi emozioni culinarie particolari sicuramente il Tino non le deluderà. Conto medio alto ma giustificato.
Visitatore5/5
25/10/2019
Location raffinata intima ed accogliente, personale professionale ed attento vera guida verso questo percorso di sapori. Piatto eccezionali veramente tutto sorprendente, i miei complimenti allo Chef vero cultore del Mare e dei suoi sapori locali
Mauro N3/5
10/09/2019
Premetto che da uno chef stellato mi aspettavo qualcosa di più, abbiamo pranzato all'aperto e sui tavoli ne' tovaglia e ne' un runner, la qualità del cibo è stata buona ma essere serviti senza un minimo di spiegazione sulle varie portare mi ha un po' deluso.
Visitatore4/5
09/09/2019
Ambiente raffinato e servizio impeccabile. Materie prime di livello. Piatti raffinati e sapori equilibrati. Cantina eccellente!! Rapporto qualità prezzo medio alto!!
Mirko B1/5
26/08/2019
Vorrei condividere con voi la mia esperienza ma il mio stomaco mi vieta di farlo... Commenterò in una sola parola : DISGUSTOSO.
Visitatore5/5
23/08/2019
Sono stata a cena con un amico. Atmosfera ricercata e minimal. Staff impeccabile. Ci hanno offerto un vino "di mare" che per le mie papille era forte ma è veramente ininfluente poiché dagli antipasti al passito ogni portata è stata una sorpresa gustativa. Ho gradito gli gnocchetti alle melanzane, la bouillabaisse e il dolce pera e formaggio. Sapori originali, buoni e delicati.
Visitatore5/5
17/08/2019
Lo chef e tutto lo staff volano sull'acqua ad incredibile velocità. Questo ristorante, che abbiamo visto crescere, è diventato negli anni una barca da corsa che offre spettacoli con ogni condizione di vento. Lo chef è sempre pronto a prendersi dei rischi con dei piatti mai ripetitivi, adatti ai palati curiosi ed evoluti. Adoriamo i sapori intensi che caratterizzano la cucina di Usai e quella parte di scenografia che non si discosta mai da sostanza e golosità. La nostra ultima cena è stata un susseguirsi di colpi alle papille, gli gnocchetti alle melanzane e mollàme di mare, la bouillabasse e il giardino iodato fra tutti... che tuffo a bomba fra i coralli! Bravi bravi bravi. Finalmente una cucina stellata che osa e non si siede sugli allori, andando ben oltre il solito pesce crudo, gli assemblaggi, le spume, le spugne e le polverine per palati modaioli e addomesticati. Inutile dire che non vediamo l'ora di tornare!
Visitatore5/5
06/08/2019
Per un occasione speciale non potevamo fare scelta migliore: servizio impeccabile, degustazione da 9 portate deliziosa, dettagli e giochi di profumi e colori, location intima ed accogliente. Assolutamente consigliato!
Visitatore5/5
19/07/2019
Cena formidabile e gusti assolutamente da provare almeno una volta nella vita. Chef e staff da 10 e lode. Molto professionali e discreti.
Visitatore4/5
08/07/2019
Siamo stati a cena, serata molto tranquilla con al massimo due tavoli. Cucina eccelsa, la stella è meritata. Va sicuramente citata la bravura dello chef nel favorire e premiare i prodotti locali. Piatto con il cinghiale di castelfusano buonissimo, anche le fettuccine con acqua di parmigiano e tartufo bianco. Servizio all altezza e carta dei vini buona.
Visitatore5/5
04/07/2019
ottimi piatti servizio impeccabile. l'armonia e il gusto sono un viaggio nei sensi. complimenti a Daniele
Visitatore5/5
26/06/2019
In un ambiente gradevole, con un servizio informale ma attentissimo, abbiamo avuto una piacevolissima cena. Davvero ottimi gli antipasti, sia la zuppa di mare dai gusti intensi sia la squisita tart tatin con pannocchie di mare; i primi sono stati entrambi gradevoli, sia i bottoncini di granchio allo zafferano accompagnati da un bicchierino di salsa a base di katsuobushi sia gli agnolotti con pewde, ricci e piselli accompagnati da una salsa di piselli; molto buona la triglia e originale e accattivante la bouillabaisse (omaggio dello chef al suo maestro Passedat); originali e gustosi il pre-dessert, crumble al cioccolato accompagnato da un bruciatore con essenze affumicate, nonché il dessert, dolcissimo soufflé accompagnato da gelato al tartufo. Un’aspetto particolare della cucina dello Chef, di per sé molto facilmente apprezzabile, è l’attenzione agli odori, adoperati con un pizzico di azzardo (forse non riuscitissimo nel caso particolare della bevanda di benvenuto, consistente in una bisque con vino). Nel complesso un ristornate gradevolissimo dove tornare.
Visitatore5/5
22/06/2019
Siamo ritornati a distanza di un anno e non possiamo che confermare le cinque stelle. Menù ineccepibile. Pescato del giorno fantastico. Ottimi i ravioli all’arzilla. Particolare e da provare la panunta con coratella e scampi. Carta dei vini molto ampia e con ricarichi adeguati. Lo chef Daniele sempre molto simpatico e disponibile. Eccellente conferma!
CHIUDI
CHIUDI